Cristian De Mattheis, nel 2018, portava al cinema “Un amore così grande”, commedia sentimentale che racconta la storia di Vladimir (Giuseppe Maggio), un ragazzo di origine russa, con un grande talento per il canto lirico, che dopo aver perso la mamma, si reca a Verona a cercare suo padre. Qui incontra Veronica (Francesca Loy) e subito tra i due scocca la scintilla. La loro storia d’amore proseguirà tra mille difficoltà e Vladimir cercherà di farsi strada anche nella lirica grazie ai ragazzi de Il Volo. Nel cast, ci sono anche Franco Castellano, Eleonora Brown, Fioretta Mari e Riccardo Polizzy Carbonelli. Ecco 5 curiosità che non sapevate.

1. Giuseppe Maggio ha imparato le arie liriche e recitato in russo

De Mattheis era stato colpito dal protagonista Giuseppe Maggio nel suo primo film, “Amore 14”(2009), di Federico Moccia. In “Un amore così grande”, Maggio ha dovuto imparare a recitare, in pochissimo tempo, arie liriche molto complicate, studiare le posture dei cantanti e, in alcune parti del film, recitare anche in russo.

2. Il film è nato da un concerto de Il Volo in memoria di una fan

L’autrice del soggetto e produttrice del film, Federica Andreoli, durante la conferenza stampa ha rivelato che l'idea del film è nata grazie a un concerto de Il Volo, dedicato a Veronica Griffani, loro grandissima fan, morta a soli 14 anni nel 2016 mentre si trovava in palestra. La giovane doveva assistere al loro concerto all’Arena di Verona, ma purtroppo il destino non gliel’ha permesso.

3. Fioretta Mari si è ispirata a Meryl Streep ne “Il Diavolo veste Prada”

La grande Fioretta Mari nel film è la nonna di Veronica e, durante la presentazione del film, ha dichiarato che per il suo personaggio si è ispirata a Meryl Streep nel cult “Il Diavolo veste Prada”, compresi i capelli bianchi. La sua severità, però, viene dal fatto che è una persona estremamente infelice.

4. Eleonora Brown era Rosetta ne “La ciociara”

Forse non tutti sanno che la grande Eleonora Brown, nel film nei panni di Helene, mamma di Vladimir e insegnante di canto, è diventata nota già nel 1960 grazie all’indimenticabile film “La ciociara”. Nella pellicola di Vittorio De Sica, la Brown era Rosetta, figlia di Sophia Loren, premiata con l’Oscar come Miglior attrice protagonista.

5. La canzone cult a cui è ispirato il titolo del film

Il titolo di questa pellicola prende ispirazione dal famoso e omonimo brano del tenore Mario Del Monaco, del 1976, composto dal maestro Guido Maria Ferilli. Il pezzo è stato cantato da artisti come Claudio Villa, Luciano Pavarotti, Andrea Bocelli e Manuela Villa. Nel 2009, Francesco Renga inserisce il pezzo nel suo album “Ochestraevoce” e Giuliano Sangiorgi dei Negramaro ne ha cantato una versione, nel 2014, diventata poi la colonna sonora della Nazionale di calcio italiana ai Mondiali in Brasile.