Si chiama "Inside Out" ed è il titolo della biografia scritta da Demi Moore, un libro nel quale l'attrice americana ha rivelato dettagli piuttosto spiazzanti sulla sua vita privata. Dal racconto della sua infanzia, passando per un'adolescenza difficile, fino ad arrivare ad aneddoti più recenti tutto è descritto nei minimi dettagli. Non poteva mancare, quindi, qualche riferimento al suo matrimonio con il grande Bruce Willis.

I primi anni del matrimonio

Una storia d'amore tra le più chiacchierate e longeve di Hollywood. Demi Moore e Bruce Willis si sono conosciuti nel 1987 per poi lasciarsi nel 2000. Il loro si può dire che sia stato un amore fulmineo, a prima vista, dal momento che nell'arco di 4 mesi si sono incontrati, hanno deciso di sposarsi e hanno scoperto di aspettare il loro primo figlio. Un tempo record, nel quale già sorsero i primi contrasti, dal momento che Bruce Willis avrebbe voluto che la moglie si dedicasse completamente alla famiglia, lasciando il suo lavoro da attrice, cosa che non accettò di buon grado.

La carriera nel cinema

Per stare lontani da Hollywood i due si trasferirono in Idaho, ma Demi Moore fu chiamata per girare un film con Sean Penn e Robert De Niro, "Non siamo angeli". Dopo aver accettato la proposta, assicurò al marito che sarebbe tornata a casa ogni fine settimana, promessa che effettivamente mantenne, portando con sé la piccola Rumer, la loro primogenita. Fu la volta poi del film che la rese per sempre una star del cinema internazionale, stiamo parlando di Ghost, dopo il quale l'idea di abbandonare la carriera hollywoodiana fu completamente accantonata. L'attrice racconta che in quello stesso periodo al marito fu chiesto di partecipare ad un film girato in Europa, a cui lui accettò di partecipare supportato dalla moglie. Una volta raggiunto sul set, Demi Moore dovette fare i conti con il rancore del marito per la sua decisione di non aver lasciato la recitazione, inoltre, sostiene nel suo libro di aver avuto l'impressione di essere stata tradita.

Il divorzio tra Demi Moore e Bruce Willis

Il racconto del loro legame prosegue ricordando i momenti in cui sono nate le altre due figlie, Scout e Tallulah, la Moore commenta: "Penso che entrambi fin dall’inizio fossimo più eccitati di avere bambini che di essere sposati". Durante la terza gravidanza l'attrice ebbe una serie di problemi che la costrinsero ad avere un parto indotto, dopo qualche anno arrivò la decisione di divorziare. Una scelta che favorì, paradossalmente, l'armonia tra i due che divennero dei genitori ancor più presenti e liberi dal rancore.