10 Maggio 2017
20:41

E’ morto Michael Parks, lo sceriffo McGraw di Tarantino e Rodriguez aveva 77 anni

L’attore feticcio di Quentin Tarantino e Robert Rodriguez, noto al grande pubblico grazie al ruolo dello sceriffo Earl McGraw, interpretato nei cult “Dal tramonto all’alba”, nella saga di “Kill Bill” e “Grindhouse – A prova di morte” si è spento a 77 anni per cause ancora da accertare. Parks ha girato più di 56 film e preso parte a svariate serie tv.
A cura di Ciro Brandi

Michael Parks si è spento a 77 anni, per cause non ancora rese note. Nella sua lunghissima carriera, iniziata nel 1965, Parks ha lavorato con i più grandi registi del panorama cinematografico internazionale, inanellando un successo dopo l’altro. L’incontro con i registi Quentin Tarantino e Robert Rodriguez è stato fondamentale e, infatti, il suo ruolo più noto è stato quello dello sceriffo Earl McGraw nei film “Dal tramonto all’alba”, nella saga di “Kill Bill”, “Grindhouse – A prova di morte” e “Grindhouse – Planet Terror”.

Un successo iniziato negli anni ‘60

Il successo dell’attore è iniziato, però, grazie alla serie televisiva “Dove vai Bronson”, del 1969, passando poi alla famosa serie “I Colby”, dove interpretava il ruolo di Philip Colby. Parks è noto al grande pubblico televisivo anche grazie al ruolo di Jean Renault ne “I segreti di Twin Peaks” e nella sua prolifica carriera sul grande schermo, ha preso parte a più di 56 film. La prima pellicola, invece, risale al 1965 ed è intitolata “Febbre sulla città”, ma già l’anno dopo era sul set de “La Bibbia”, il kolossal di John Huston. Da quel momento, la sua carriera ebbe una spinta propulsiva che lo portò a lavorare con Andrew V. McLaglen ne “Gli ultimi giganti”(1976), David Greene in “Paese selvaggio”(1981) e anche col nostro Umberto Lenzi in “Nightmare Beach – La spiaggia del terrore”(1988).

Il feticcio di Tarantino

Quentin Tarantino decise di farne uno dei suoi attori feticcio, inserendolo in “Kill Bill Vol. 1”(2003), “Kill Bill Vol. 2”(2004) e “Grindhouse – A prova di morte”(2007). In quegli anni, gira anche “L'assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford”(2007), diretto da Andrew Dominik; “Smockin’ Aces 2: Assassins’ Ball”, di P.J. Pesce; “Red State”(2011), per la regia di Kevin Smit e “Argo”(2012), di e con Ben Affleck. Tarantino lo richiama per “Django Unchained”(2012), mentre le ultime pellicole girate da Parks sono state “We Are What We Are”(2013), di Jim Mickle; “Tusk”(2014), diretto da Kevin Smith e “Blood Father”(2016), di Jean-Francois Richet.

È morto John Hurt, l'attore di The Elephant Man aveva 77 anni
È morto John Hurt, l'attore di The Elephant Man aveva 77 anni
Morto Paolo Limiti, aveva 77 anni e da un anno combatteva contro un tumore
Morto Paolo Limiti, aveva 77 anni e da un anno combatteva contro un tumore
È morto George Michael
È morto George Michael
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni