Il grande Daniel Auteuil è il regista e il protagonista di “Sogno di una notte di mezza età”(“Amoureux de ma femme”), tratto dalla pièce teatrale di Florian ZellerA testa in giù”. Auteuil ha voluto accanto a sé l’amico e collega Gérard Depardieu – col quale ha già lavorato in “Jean de Florette” (1986), “L'apparenza inganna”(2001) e “36 Quai des Orfèvres” (2004) – per raccontare la storia di Daniel (Auteuil), un editore innamorato di sua moglie Isabelle ma noto per la sua fervida immaginazione. Per caso ritrova il suo vecchio Patrick (Depardieu), fidanzato con Emma, giovane attrice spagnola. Daniel rimane ammaliato dalla donna, facendo partire la sua “fantasia”, in un turbine di situazioni imbarazzanti e surreali.

Florian Zeller ha scritto anche la sceneggiatura del film, confrontandosi naturalmente con Auteuil che riguardo al film ha detto:

Per questo quarto film da regista mi sono allontanato dai lavori fatti in precedenza con Marcel Pagnol per lanciarmi in un’altra avventura: le trepidanti avventure dell’amore. In questo nuovo progetto c’è tutto quello che mi entusiasma nella vita, ovvero l’anima del bambino presente in ogni adulto. Quella capacità intatta di sognare. Chi di noi può affermare che di tutte le vite possibili, l’unica che desideriamo è quella che stiamo vivendo? Sognare ci permette di renderci conto che abbiamo una sola vita quando invece abbiamo la voglia di viverne mille.

La direzione della fotografia di questa esilarante commedia è di Jean-François Robin, mentre le scenografie sono di Herald Najar e i costumi di Charlotte Betaillole. Le musiche, invece, sono state composte da Thomas Dutronc. “Sogno di una notte di mezza età” sarà distribuito da Eagle Pictures a partire dal prossimo 18 ottobre.

La trama

Daniel è un editore di Parigi molto innamoratissimo di sua moglie Isabelle ma è anche un uomo noto per la sua fervida immaginazione. Un giorno, ritrova uno dei suoi migliori amici, Patrick, e proprio quest’ultimo insiste per organizzare una cena “tra coppie” con l’obiettivo di presentargli la sua nuova fidanzata, Emma, un’affascinante e giovane attrice spagnola. Daniel, suo malgrado, si ritrova “spiazzato” tra la moglie e le sue fantasie nei  confronti  della giovane e sensuale ragazza dell’amico.

Il cast

Per Daniel Auteuil (Daniel) il film è il quarto da regista ma il 78esimo della sua straordinaria carriera mentre Gérard Depardieu (Patrick) ne ha girati ben 175. L’attrice e cantante Sandrine Kiberlain (Isabelle) è stata nominata al Premio César, per la prima volta nel 1995, per il film “Les Patriotes”, ma poi ha ricevuto altre tre nomination nel 1996, 1998 e 1999, facendolo suo nel 2014 grazie al film “9 mois ferme”. La spagnola Adriana Ugarte (Emma), invece, è nota per i ruoli di di Victoria Márquez de la Vega nella serie televisiva “La Señora” (2008-2011) e quello di Sira Quiroga ne “Il tempo del coraggio e dell'amore”(2013-2014). Al cinema l’abbiamo vista in “Julieta”(2016), diretto da Pedro Almodovar.

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. Daniel Auteuil ha detto che il suo personaggio è un po’ come Jean-Paul Belmondo nel film “Come si distrugge la reputazione del più grande agente segreto del mondo”, che s’inventa in continuazione una doppia vita per aggiustare e migliorare quella vera.

2. Sandrine Kiberlain, nel film Isabelle,  ha già lavorato con Auteuil nel film di Pierre Salvadori, “In amore c'è posto per tutti” e il regista è rimasto ammaliato dal suo fascino e talento.

3. Il titolo originale della pièce teatrale da cui è tratto il film è “L'envers du décor” ed è stata scritta, diretta, interpretata e portata con successo in tournée da Florian Zeller, in Francia, nel 2016 con i protagonisti François-Eric Gendron, Isabelle Grlinas e Pauline Lefevre.