Dimenticate il contestatissimo Ghostbusters del 2016, quello con un cast tutto al femminile che comprendeva Melissa McCarthy, Kristen Wiig, Kate McKinnon e Leslie Jones. Archiviato l'infelice episodio, Sony ha deciso di rimettere mano alla saga originaria: nell'estate 2020 uscirà il terzo capitolo, seguito diretto dei due film datati 1984 e 1989. La notizia ha già scatenato i fan in tutto il mondo e, come se non bastasse, è stata accompagnata da tre particolari succosi. Anzitutto, insieme all'annuncio è già arrivato un breve teaser trailer con protagonista l'inconfondibile automobile Ecto-1. Poi, la data: il film uscirà nell'estate 2020. Infine, la curiosità più inattesa e gustosa: a dirigere sarà Jason Reitman, regista di Tra le nuvole e Juno nonché figlio di Ivan Reitman, che firmò i primi due film Ghostbusters e Ghostbusters II.

Il cast sarà quello originale?

Oltre alla presenza di Reitman jr. dietro la macchina da presa, sappiamo che la sceneggiatura è scritta dallo stesso regista insieme a Gil Kenan. Non c'è ancora nulla di ufficiale sul cast, è non è chiaro se torneranno gli attori dei primi due film, vale a dire Bill Murray (Peter Venkman), Dan Aykroyd (Raymond Stantz) e Ernie Hudson (Winston Zeddemore), che oggi hanno rispettivamente 69, 67 e 74 anni. Purtroppo, non avremo la possibilità di vedere Harold Ramis (Egon Spengler), morto nel 2014. Si potrebbe prevedere anche un coinvolgimento di Sigourney Weaver, che interpretava l'affascinante Dana Barrett.

Le parole di Jason Reitman, che recitò nel secondo film

Reitman ha chiarito ulteriori particolari sul progetto: "Ho sempre pensato a me stesso come al primo fan di Ghostbusters, quando avevo sei anni e visitavo il set. Volevo fare un film per tutti gli altri fan. Questo sarà un nuovo capitolo nel franchise originale. Nessun reboot. Quello che è accaduto negli anni ’80 rimarrà negli anni ’80, il mio film sarà ambientato ai giorni nostri". Peraltro, forse non tutti sanno che, ancora bambino, il futuro regista fece una comparsata in Ghostbusters II nel ruolo di un bambino che alla festa offende Ray. Cresciuto idolatrando i film diretti dal padre, Jason è riuscito a imporsi ancora più di lui all'attenzione della critica con alcuni dei film più significativi del cinema americano contemporaneo: Juno, Thank You for Smoking, Tra le nuvole, Young Adult, Tully e l'ultimo The Front Runner – Il vizio del potere, in sala a febbraio.

L'odiato Ghostbusters al femminile

Reitman ha comunque dichiarato di avere il massimo rispetto per il Ghostbusters del 2016, il reboot in rosa che ha scatenato ferocissimo commenti da parte dei fan più affezionati ai film originali. Quel film è stato un flop e ha raggiunto un poco lusinghiero record: il suo trailer è stato quello ha raccolto il maggior numero di "non mi piace" nella storia di YouTube.