10 Dicembre 2020
18:08

Gwyneth Paltrow dice addio al cinema: “Ho perso amore per la recitazione”

Gwyneth Paltrow dice addio al cinema. La diva ha dichiarato in un’intervista radiofonica di essersi disinnamorata della recitazione, dopo alcune valutazioni sulla sua carriera ha rivelato di non essere più disposta ad accettare ruoli per il grande schermo. In effetti, non compariva al cinema già dal 2015 e di recente ha interpretato solo un ruolo nella serie The Politician su Netflix.
A cura di Ilaria Costabile

Gwyneth Paltrow è una delle attrici più conosciute del mondo, tra le più amate, ammirate, protagonista di numerose pellicole di successo, eppure proprio una star come lei ha deciso di dire addio al cinema. Una scelta inusuale per un premio Oscar, dal momento che potrebbe avere ancora un lunga carriera davanti a sé, ma dettata da una serie di circostanze che l'hanno portata a riflettere sulla sua vita.

I motivi dell'addio al cinema

In un'intervista radiofonica alla Sirius XM, la diva ha rivelato i motivi che l'hanno spinta a prendere le distanze dal mondo del cinema, avvalorando quelle che sarebbero potute essere solo voci, ma che si sono trasformate ben presto in realtà. "Mi sono disinnamorata della recitazione" ha detto ai microfoni della stazione radio newyorkese, per poi continuare:

Credo che quando sei al centro dell'obiettivo, quando hai 26 anni e sei una persona trascinata dalle scadenze che francamente non ama tanto la recitazione mi sono sentita come, ‘ora chi devo essere? Cosa sono? Dove sono diretta?

Inoltre la diva ha aggiunto che gran parte dell'adrenalina data dal suo lavoro è andata via via scemando con l'incalzare dei giudizi provenienti dall'esterno, non sempre facili da sopportare e mandare giù. Altra considerazione riguarda, poi, l'aver lavorato con personaggi come Harvey Weinstein, da lei denunciato nel 2017, che fu minacciato dal suo fidanzato, allora Brad Pitt, per le avance che le aveva rivolto.

Le ultime apparizioni

In effetti si può dire che l'allontanamento dal cinema sia stato anche abbastanza graduale, in quanto l'ultimo ruolo cinematografico risale al 2015, in Mortdecai. In seguito ha interpretato Pepper Potts nelle serie Avenger Infinity War e Endgame, oltre che in Spider-Man: Homecoming. Ultimamente, poi, ha ricoperto il ruolo di Georgina, la madre di Ben Platt in "The Politician" la serie firmata da Ryan Murphy per Netflix e arrivata alla sua seconda stagione.

Le nuove attività di Gwyneth Paltrow

Intanto non si può certo dire che Gwyneth Paltrow sia rimasta con le mani in mano. Lo dimostra il successo del suo blog Goop, arrivato anche su Netflix, sul quale si diletta a dispensare consigli di educazione sessuale e dove mette in vendita le sue creazioni a dir poco bizzarre: le candele dai profumi inusuali e l'album hot da colorare ne sono un esempio lampante. L'attrice ha trovato il modo di impiegare la sua fantasia anche lontano dal set.

Gwyneth Paltrow: "Quando è nata Apple stavo malissimo, ho rischiato di morire"
Gwyneth Paltrow: "Quando è nata Apple stavo malissimo, ho rischiato di morire"
Glenn Close su Gwyneth Paltrow: "Non meritava di vincere l’Oscar"
Glenn Close su Gwyneth Paltrow: "Non meritava di vincere l’Oscar"
Terence Hill dice addio a Don Matteo, l'ultima scena dell'attore
Terence Hill dice addio a Don Matteo, l'ultima scena dell'attore
1.238 di Daniela Seclì
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni