Come dimenticare lo sguardo agghiacciante di Meryl Streep che, dall'alto in basso, squadra la nuova arrivata, Anne Hathaway, vestita in maniera discutibile, con i capelli arruffati e gli occhiali da vista. Una di quelle scene indimenticabili, sarà forse per il talento indiscusso delle due attrici americane, sarà la fortuna che ebbe il romanzo da cui è tratto, ma "Il Diavolo veste Prada" resterà una delle pellicole più riuscite da annoverare nella commedia americana. Proprio in seguito ad un successo così grande, che ha coinvolto milioni di spettatori nel mondo, non stupisce l'idea che il film cult diventi uno spettacolo per Broadway.

Elton John curerà le musiche dello spettacolo

Secondo il sito americano Deadline, la trasposizione teatrale de "Il diavolo veste Prada" dovrebbe fare il suo debutto mondiale, prima ancora che a Broadway, a Chicago il 14 luglio 2020 per andare in scena fino al 16 agosto. Ma forse non è questa la novità più interessante che accompagna la notizia. Ad occuparsi delle musiche, infatti, sarà un'icona della musica mondiale come Elton John. Reduce dal successo di Rocketman, biopic sulla sua vita che ha mandato in visibilio Cannes, il cantante e musicista inglese scriverà le musiche dello spettacolo teatrale, come d'altronde ha già fatto per altri titoli in scena a Broadway come The Lion King e Billy Elliot the Musical.

Alcuni brani sono già pronti

Nel caso del musical de "Il diavolo veste Prada" i testi delle canzoni sono stati scritti dalla cantautrice Shaina Taub, che aveva annunciato alla testata americana Deadline, nel 2018, di aver già messo mano alla stesura dei brani per lo spettacolo, parlando anche della sua collaborazione con Elton John: "È un artista incredibile, gentile, aperto e collaborativo, ed è stata un’esperienza davvero potente lavorare con una leggenda che ama profondamente fare musica e collaborare con persone nuove”. Non sarà facile confrontarsi con un film che ha ottenuto un successo mondiale, non sarà un'impresa semplice riscrivere secondo i tempi teatrali le battute, le scene che hanno reso questo film unico nella sua leggerezza e dinamicità, ma questo non significa che la versione teatrale non possa essere irriverente quanto quella cinematografica.