5 Marzo 2010
12:55

Joel & Ethan Coen, il cinema del grottesco

Li conosciamo ormai da tanti anni. Corrosivi, sarcastici, bizzarri, surreali: sono i fratelli Coen, sinonimo di garanzia di buona qualità.
A cura di Alessio Gradogna

Coen_Brothers

Quello dei fratelli Coen, è un cinema fuori dal tempo. Nelle loro storie, i due registi mettono in gioco epoche indefinite, battaglie esistenziali senza speranza, personaggi sempre sul filo della follia (oppure oltre), e tratteggiano così quadri bizzarri e grotteschi, comici e surreali, drammatici e sarcastici, nei quali il mondo se ne va lontano, verso lo sfascio più totale, e alla fine non si salva quasi nessuno.

I Coen sono una garanzia, da molto tempo. Fanno tanti film, forse troppi, ma non sbagliano praticamente mai. Il livello medio è sempre alto e soddisfacente, e ormai sono parte integrante della nostra passione cinefila. Li conosciamo come “amici di lunga data”, li aspettiamo sempre con piacere, sappiamo già più o meno cosa ci troveremo di fronte nell'approcciarci a ogni loro nuovo film, eppure ci deludono molto raramente. Quando partono i titoli di testa di una loro pellicola, si stacca la spina, e ci si immerge nell'abisso della mente umana, tra una risata e una dissacrazione, una parodia e una stilettata, una presa in giro e una coltellata alla borghesia panciuta e benpensante. Sono i Coen, il pubblico da loro vuole questo, e i due, indipendenti e scalcagnati prima, ricchi e potenti ora, sono pronti ad accontentarli.

Blood Simple, Arizona Junior, Barton Fink, lo strepitoso Fargo, l'entusiasmante Il grande Lebowski, l'irriverente e scatenato Fratello dove sei?, il rigoroso ma pungente L'uomo che non c'era, l'anarchico Romance & Cigarettes con Kate Winslet, l'imperioso Non è un paese per vecchi, fino all'ultimo e riflessivo A Serious Man. Solo alcuni tasselli di una carriera da applausi. Con loro, amici e parenti, seguaci e feticci, da Frances Mc Dormand a George Clooney, da Brad Pitt a John Turturro. Tutti vogliono lavorare con i Coen, e Joel & Ethan sono sempre qui, a deliziarci con un cinema personale e prezioso.

Alessio Gradogna

La figlia di Billy Joel tenta il suicidio
La figlia di Billy Joel tenta il suicidio
Il Grande Lebowski dei Coen: Drugo il filosofo
Il Grande Lebowski dei Coen: Drugo il filosofo
Il cinema italiano in mostra a Tokyo
Il cinema italiano in mostra a Tokyo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni