Emergono nuovi elementi riguardo le accuse di molestie nei confronti di Kevin Spacey e inizia a perdere pezzi la narrazione del mostro riguardante un artista che, al netto delle responsabilità che la legge gli imputerà attraverso un processo, è stato completamente travolto dalla vicenda mediatica.

Le accuse ritirate

Il giovane che aveva denunciato Kevin Spacey per molestie, ha ritirato le accuse, portando così la chiusura della causa civile che vede coinvolto l'attore 59enne. Spacey non può dirsi tuttavia scagionato, perché resta aperto il processo civile a suo carico, dopo che l'attore a gennaio si era dichiarato non colpevole nel tribunale di Nantucket, in Massachusetts. Non colpevolezza che aveva in un certo senso ribadito nella prima apparizione dopo il lungo silenzio, avvenuta a fine 2018 attraverso la pubblicazione di un video. Le due vicende, il processo penale per il quale l'attore rischia fino a 5 anni di reclusione e la causa civile, viaggiano su due binari paralleli e sono situazioni disgiunte l'una dall'altra.

A cambiare le carte in tavola parrebbe essere stata l'azione dei legali di Spacey, che hanno forzato la mano nel chiedere documentazioni più dettagliate sulle comunicazioni avvenute tra la famiglia del ragazzo e il loro legale. La tesi dei difensori di Spacey è che il ragazzo avrebbe accusato l'attore con il solo obiettivo di ricavarci dei soldi.

I fatti risalirebbero al 2016

Le accuse del ragazzo fanno riferimento al 7 luglio 2016, il tutto sarebbe avvenuto in un locale di Nuntecket. Il ragazzo, stando alla sua iniziale ricostruzione, avrebbe approcciato l’attore sperando in un selfie, ma Spacey avrebbe finito per indurlo a bere molto quella sera – almeno 5 birre e 3 whisky, fino ad arrivare a palpeggiarlo nelle parti intime, come lo stesso ragazzo aveva dichiarato.

William Little avrebbe dovuto comparire fra pochi giorni come testimone nel procedimento penale, ma non andrà così e non è ancora chiaro se l'attore e la famiglia del ragazzo siano arrivati ad un accordo economico. Durante l'udienza si sarebbe dovuto parlare del telefono di Spacey, sparito, che secondo i legali rappresenta una delle prove in grado di scagionare completamente il protagonista di House of Cards dalle accuse.