Dopo il caso Weinstein, le accuse di molestie nel mondo dello spettacolo si sono diffuse esponenzialmente. Tra attori, registi e produttori, ci sono stati personaggi accusati di aver commesso abusi, talvolta anche nei confronti di minorenni. Nella fila dei vari Harvey Weinstein, Bill Cosby e Woody Allen, chi è rientrato in questo turbine mediatico è anche Kevin Spacey, la cui posizione in seguito agli ultimi aggiornamenti si sarebbe ulteriormente aggravata.

Il volto di House of Cards, nonché protagonista di film cult del cinema internazionale, qualche mese dopo il caso Weinstein, è stato accusato di molestie da parte di un ragazzo del Massachussets, che all'epoca dei fatti, risalenti al 2016, era poco più che maggiorenne. Già accusato da altri ragazzi per atti di questo genere, Spacey rischierebbe una pena non da poco nel caso in cui dovesse essere ritenuto colpevole durante un eventuale processo. Per questo motivo, gli sms che la vittima avrebbe depositato in tribunale proprio in questi giorni, come riportato dal magazine TMZ che ha prelevato in esclusiva le immagini con la trascrizione dei messaggi, complicherebbe ancor di più la condizione dell'attore hollywoodiano.

I messaggi incriminanti

Nei messaggi il ragazzo racconta alla sua fidanzata cosa stia accadendo, quasi facendo una sorta di cronaca degli avvenimenti. L'incontro tra l'attore e il giovane sarebbe avvenuto in un bar, dove i due avrebbero iniziato a bere qualche drink di troppo. Il ragazzo scrive in uno di questi sms: "Mi sta girando attorno qui al bar, ha preso il mio numero e mi ha chiesto di uscire. Credo che Spacey sia gay", in quelli successivi la descrizione diventa anche più dettagliata:

Sono serio. È gay. Mi ha tirato giù la zip. E mi ha invitato a casa sua. Ti chiamo dopo. Aiuto mi sta toccando i genitali nei pantaloni... Sono ubriaco. Aiuto. Molly. Ha preso in mano il mio pene. Kevin Spacey è gay… E' una storia pazzesca. Aiuto.

Le dichiarazioni degli avvocati

Secondo gli avvocati di Kevin Spacey questi sms non sarebbero completi, ne mancherebbero degli altri che potrebbero dare un quadro più completo della vicenda, dal momento che l'attore ha sempre dichiarato di aver avuto contatti in maniera consensuale con chiunque. Queste accuse, infatti, avrebbero gettato l'attore in una profonda disperazione, anche se finora non è stato dichiarato colpevole. Ma se è pur vero che nessun tribunale ha ancora stabilito come siano andate davvero le cose, c'è chi già l'ha condannato, non consentendogli di ultimare House of Card, di cui è stato indiscusso protagonista, ed estromettendolo da un film ancora in fase di produzione, come quello di Ridley Scott.