Mel Gibson firma il suo quinto film da regista, “La battaglia di Hacksaw Ridge”, dramma biografico, presentato fuori concorso all’ultimo Festival di Venezia, vincitore di 3 Satellite Awards e nominato a tre Golden Globe 2017 (Miglior film drammatico, Miglior regista e Miglior attore in un film drammatico). Gibson ha assoldato Andrew Garfield e gli ha affidato il difficile e intenso ruolo di Desmond T. Doss, il primo obiettore di coscienza della storia a ricevere la medaglia d’onore  per aver salvato 75 soldati durante la battaglia di Okinawa, nella seconda guerra mondiale, senza mai utilizzare un'arma. La sceneggiatura di questo straordinario kolossal è stata curata da Andrew Knight, Robert Schenkkan e Randall Wallace e, ad affiancare Garfield, Gibson, che come al solito amare fare le cose in grande, ha chiamato un plotone di star, tra cui Vince Vaughn, Sam Worthington, Hugo Weaving e Teresa Palmer. “La battaglia di Hacksaw Ridge” arriverà nelle nostre sale a partire dal prossimo 9 febbraio e, al 99%, ne sentiremo parlare anche ai prossimi Oscar.

La trama

1942, il giovane Desmond Doss, obiettore di coscienza per motivi religiosi, decide di arruolarsi per servire il proprio Paese. Senza mai imbracciare un'arma, Doss dimostrerà a tutti di essere un grandissimo eroe salvando la vita a 75 uomini e diventando il primo obiettore insignito della Medaglia d’Onore del Congresso, la più alta onorificenza militare Americana.

Il cast

Gli attori che compongono il cast sono: Andrew Garfield (Desmond T. Doss); Vince Vaughn (Sergente Howell); Sam Worthington (Capitano Glover); Luke Bracey (Smitty); Hugo Weaving (Tom Doss); Ryan Corr (Tenente Manville); Teresa Palmer (Dorothy Schutte); Rachel Griffiths (Bertha Doss); Richard Roxburgh (Colonnello Stelzer); Luke Pegler (Milt "Hollywood" Zane); Richard Pyros (Randall "Teach" Fuller); Ben Mingay (Grease Nolan) e Firass Dirani (Vito Rinnelli).

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. Nel film, recita anche il figlio di Mel Gibson, Milo ed è la prima volta che i due lavorano assieme.

2. Mel Gibson ha cronometrato la standing ovation ricevuta dal film al Festival di Venezia. E’ durata 48 secondi.

3. Gibson, in un’intervista, ha dichiarato che se Desmond T. Doss fosse ancora vivo, lo vorrebbe come Presidente degli Stati Uniti.

4. Inizialmente, la produzione aveva scelto Randall Wallace come regista, ma poi è stato assoldato Gibson e Wallace ha curato la sceneggiatura.

5. Il film è stato girato in soli 59 giorni.