Il secondo capitolo della saga di “Twilight” risale al 2009 ed è diretto da Chris Weitz. La pellicola è sempre  sceneggiata da Melissa Rosenberg che ha adattato l'omonimo romanzo del 2006 di Stephenie Meyer. Inizialmente, era stato deciso che il sequel dovesse uscire nel 2010 per dare il tempo alla produzione di curare il film nei minimi dettagli, ma il tutto fu finito in anticipo e sia in Italia che in USA la pellicola uscì il 18 novembre 2009, per la gioia dei fan, ma meno della critica. I “Twilightiani” incalliti saranno informatissimi su tutti i dettagli, ma forse ci sono ancora 10 curiosità che la maggior parte degli spettatori non conosce.

1. La scelta del regista

Inizialmente, la produzione voleva di nuovo Catherine Hardwicke in cabina di regia, anche grazie al successo riscosso dal primo capitolo. Tuttavia, per divergenze legate ai tempi di produzione, che la Hardwicke aveva contestato, la Summit Entertainment ha optato per il suo licenziamento. Poco tempo dopo, è stato confermato alla regia Chris Weitz, già regista e sceneggiatore del film di successo “La bussola d'oro”.

2. La presenza di Edward

Come per il primo episodio, la sceneggiatura è stata affidata a Melissa Rosenberg. Il personaggio di Edward Cullen nel romanzo “New Moon” ha un ruolo minore rispetto a quello di “Twilight”. Infatti, Edward appare spesso nei pensieri di Bella ma questa presenza sarebbe stata difficile da realizzare a livello cinematografico. Una delle difficoltà maggiori per la produzione era proprio il fatto di dover usare una voce fuori campo per permettere la presenza del vampiro in alcune scene, anche se non appare fisicamente.

3. L’allenamento di Taylor Lautner

Il personaggio di Jacob Black in “New Moon” si trasforma in licantropo, assumendo connotazioni fisiche imponenti. La produzione voleva, quindi, sostituire l'attore Taylor Lautner con Michael Copon, già visto nella serie tv “Power Rangers” e molto più massiccio di Lautner. Nonostante questo, il regista annunciò che l'attore avrebbe ricoperto nuovamente il ruolo del giovane licantropo, ma Taylor Lautner è riuscito ad ottenere la riconferma solo a patto che intensificasse gli esercizi giornalieri di pesi e ginnastica varia per aumentare la massa muscolare necessaria ad interpretare la parte.

4. I fan insorgono contro Dakota Fanning

Per il ruolo di Jane è stata scelta l'attrice Dakota Fanning. L'attrice, 15enne, è stata indicata per il ruolo senza aver preventivamente partecipato ad una regolare audizione come tutti gli altri. Come già era avvenuto per l'ingaggio di Robert Pattinson nel ruolo di Edward Cullen, la schiera di fan in tutto il mondo ha istituito una petizione online, con tanto di lettera aperta al regista Chris Weitz, per boicottare l'ingaggio della Fanning nel ruolo di Jane perché non ritenuta adatta al ruolo.

5. Cameron Bright, piccola star

Ad interpretare Alec, fratello di Jane, è l'attore canadese Cameron Bright, interprete, quando era molto piccolo, di film come “Birth – Io sono Sean”, del 2004, accanto Nicole Kidman e di “X-Men: Conflitto finale”, del 2005, dove interpretava Jimmy, il ragazzo mutante in grado di annullare i poteri degli altri.

6. Le riprese in Italia

Le riprese del film sono iniziate nel marzo 2009 ai Vancouver Film Studios, in Canada. La famosa scena di Volterra doveva essere girata in esterno nella reale Piazza dei Priori sita nella cittadina in provincia di Pisa e in interno a Cinecittà. La produzione decise, invece, di scegliere come luogo delle riprese la cittadina di Montepulciano in provincia di Siena, considerata più adatta per la logistica e l'organizzazione.

7. Gli straordinari artisti della colonna sonora

La colonna sonora di “New Moon” non è più stata affidata a Carter Burwell, autore della colonna sonora orchestrale di Twilight ma al famoso compositore francese Alexandre Desplat. La scelta di Desplat è da attribuire al regista Chris Weitz, che ha già collaborato col musicista dato che ha composto anche la colonna sonora del film “La bussola d'oro”, diretto proprio da Weitz, nel 2007. Oltre al tema musicale orchestrale, si alternano anche diversi musicisti alcuni dei quali hanno composto brani esclusivamente per il film. Tra questi, il gruppo musicale americano Death Cab for Cutie con il brano Meet Me on the Equinox. Nella colonna sonora ci sono brani di Thom Yorke, leader dei Radiohead, Muse, Band of Skulls e Bon Iver.

8. Le critiche negative

Il film ha ricevuto critiche molto negative dalla gran parte dei critici cinematografici in Italia. Il dizionario Morandini da alla pellicola 1.5 stelle su 5, recensendo in questo modo: "In una cornice da leccato videoclip, una popolazione di giovani attori inespressivi si muove in una vicenda più sentimentale che fantastica, con dialoghi insostenibili. Interminabili 130 minuti, forse anche per gli appassionati della serie”. Negli Stati Uniti, il voto globale degli utenti di IMDb si attesta su 4/10. La pellicola è stata nominata per i Razzie Awards 2010 nelle categorie: Peggior attore non protagonista a Robert Pattinson; Peggior coppia sullo schermo a Kristen Stewart, Taylor Lautner e Pattinson; Peggior sequel; Peggior sceneggiatura a Melissa Rosenberg.

9. L’indecisione sui vari registi

Nel novembre 2008, la Summit Entertainment aveva annunciato d'aver acquistato i diritti cinematografici delle opere “Twilight”, “New Moon”, “Eclipse” e “Breaking Dawn” con l'intenzione di trasporle tutte se il primo film avesse avuto successo. Dopo l'uscita di “Twilight”, e durante la realizzazione di “New Moon”, nel febbraio 2009, la Summit confermò d'aver dato semaforo verde a “The Twilight Saga: Eclipse”, terzo capitolo della saga, e che ne erano stati avviati i preparativi di produzione, comunicando nel contempo che Chris Weitz non sarebbe tornato alla regia per far posto a David Slade, e con Melissa Rosenberg nuovamente incaricata della scrittura della sceneggiatura. La regia di “The Twilight Saga: Eclipse” è stata affidata a David Slade, ma prima della sua conferma ufficiale, per la regia erano stati considerati diversi nomi, tra cui: Juan Antonio Bayona, James Mangold e perfino l'attrice Drew Barrymore.

10. Cifre da record

Nella settimana che precedeva l'uscita della pellicola nei cinema, il film ha stabilito un record per il più altro numero di biglietti acquistati in prevendita sul sito internet americano Fandango.com, battendo il record precedentemente detenuto dal film “Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith”. “The Twilight Saga: New Moon” ha incassato nel primo fine settimana di proiezione negli Stati Uniti la cifra di 142.839.137 dollari. Nelle sale italiane il film ha incassato nelle prime proiezioni circa € 2.000.000 raggiungendo quasi il successo di “Harry Potter e il principe mezzosangue” che nella prima uscita cinematografica in Italia incassò € 2.400.000. Il film ha incassato in patria la cifra di 293.856.559 dollari che sommati ai  410.340.159 del resto del mondo raggiunge la cifra di 709.826.790 totali, entrando così al 48° posto nella lista dei film di maggiore incasso della storia del cinema.