20 Luglio 2017
23:54

Le 5 cose che dovete sapere su “Fantozzi va in pensione”

Il sesto film sulle (dis)avventure del ragioniere più sfortunato del cinema italiano usciva nel 1988, diretto da Neri Parenti. Stavolta, Fantozzi dovrà fare i conti con la noia conseguente al pensionamento, ma tutti i rimedi e le distrazioni che metterà in atto si riveleranno disastrosi. Siete sicuri di sapere tutto su questo cult?
A cura di Ciro Brandi

Nel 1988, usciva nelle sale “Fantozzi va in pensione”, sesto film dedicato allo strampalato ragionier Fantozzi, impersonato dal compianto Paolo Villaggio. A differenza dei film precedenti, stavolta le sue disavventure non sono più ambientate in azienda perchè il personaggio ha raggiunto l’età pensionabile, ma non per questo sono meno surreali e al limite del demenziale. Già dal primo giorno da “uomo libero”, Fantozzi corre a lavoro per timbrare il cartellino, convinto di essere in ritardo e, successivamente, proverà a combattere la noia tentando di aggiustare l’antenna sul terrazzo, aiutando la moglie a fare la spesa, prendendo un cane, lanciandosi in politica, ma tutto avrà esito inevitabilmente disastroso. Il film è un cult assoluto, ma ci sono 5 curiosità a riguardo che forse non sapevate.

1. “Le casalingue” e Laurien Dominique

Nell’esilarante scena del cinema, dove Fantozzi e Pina capitano per sbaglio a vedere il film porno “Le casalingue”, l’attrice protagonista della pellicola hard è l’americana Laurien Dominique, scomparsa all’età di 29 anni per un’embolia cerebrale. La scena, inoltre, è stata girata per davvero in un cinema a luci rosse, lo Splendid di Roma, oggi Alhambra.

2. Il San Bernardo addestrato da Berquiny

Il San Bernardo che Pina regala a Fantozzi per farlo sentire meno solo apparteneva a Daniel Berquiny, noto addestratore di animali per il cinema che ha lavorato anche per film come “Phenomena”, “La leggenda di Al, John e Jack” e “Il divo”.

3. Le Grotte di Postumia

Le mitiche Grotte di Postumia, luogo in cui Fantozzi si perde e da dove uscirà solo dopo 81 giorni, sono in realtà le Grotte di Pastena, situate in provincia di Frosinone, scelte come set anche da Alberto Sordi per il film “Sono un fenomeno paranormale” e per alcune scene di “Un passo dal cielo”, la serie con Terence Hill.

4. I riferimenti a “Il comandante” con Totò

In generale, la pellicola si avvicina molto alla trama de “Il comandante”, il film di Paolo Heusch, del 1963, con Totò. Infatti, proprio come fa Pina con Fantozzi, la moglie del colonnello Antonio Cavalli (Totò), nel film gli paga lo stipendio per un lavoro fittizio, solo per non farlo sentire inutile, lavorando però al suo posto.

5. La foto alle Olimpiadi con Filini

In una scena del film si può notare, su un mobiletto, la fotografia incorniciata che ritrae Fantozzi e Filini (Gigi Reder) alle mitiche Olimpiadi Aziendali viste nel film cult “Fantozzi subisce ancora”, diretto sempre da Neri Parenti e uscito nel 1983.

 
Gli ascolti tv di venerdì 21 luglio premiano il cinema, molto bene 'Fantozzi va in pensione'
Gli ascolti tv di venerdì 21 luglio premiano il cinema, molto bene 'Fantozzi va in pensione'
Le 5 cose di “Vi presento i nostri” che dovete sapere
Le 5 cose di “Vi presento i nostri” che dovete sapere
Le 5 cose di “Ritorno al futuro – Parte III” che dovete sapere
Le 5 cose di “Ritorno al futuro – Parte III” che dovete sapere
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni