236 CONDIVISIONI

Le 5 cose di “Che bella giornata” che non sapevate

Il secondo film di Zalone, uscito nel 2011, due anni dopo il successo stratosferico di “Cado dalle nubi”, sbaragliò la concorrenza e si posizionò al primo posto della top ten dei film più visti per settimane. Queste 5 curiosità vi faranno scoprire simpatici dettagli sulle location, sul cast e sulla colonna sonora.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Ciro Brandi
236 CONDIVISIONI
Immagine

La coppia formata da Checco Zalone e Gennaro Nunziante, nel 2011, tornava nelle sale italiana dopo il blockbuster “Cado dalle nubi” e, sulla scia della prima commedia, anche la seconda portò centinaia di migliaia di spettatori nelle sale. Stavolta i due alzano il tiro, elaborano ancora meglio trama, sceneggiatura, location e cast, battendo ogni record d’incasso e facendo brillare ancora di più la stella di Zalone. Magari l’avrete visto già decine di volte, ma scommettiamo che c’è ancora qualcosa che non sapete?

5 curiosità che dovete sapere

1. Le musiche del film sono state curate da Checco Zalone che, per l’occasione, ha composto anche i brani “L’amore non ha religione” e “Se mi aggiungerai”, diventati tormentoni radiofonici.

2. Il cantautore Caparezza, amatissimo da Zalone, fu convinto dal regista e attore a fare un cameo nel film, interpretando se stesso ed esibendosi in “Sarà perchè ti amo”, pezzo cult dei Ricchi e Poveri e col suo singolo “Vieni a ballare in Puglia”.

Immagine

3. Il cast nel film include anche Mariangela Eboli, compagna di Checco Zalone. La Eboli è nei panni della cugina Susi e canta con Caparezza il celebre brano “Non amarmi”, di Francesco Alotta e Aleandro Baldi, vincitore del Festival di Sanremo 1992 nella categoria "Nuove proposte".

4. Le riprese di “Che bella giornata” hanno toccato ben 11 città: Alserio, Robecchetto con Induno, Cuggiono, Polignano a Mare, Monopoli, Castano Primo, Alberobello, Turbigo, Milano, Roma e Carate Brianza.

5. La pellicola,  dopo solo tre settimane di programmazione nelle sale, superò “La vita è bella”(1997) di Benigni, superando i 30 milioni di euro d'incasso. In totale, "Che bella giornata" ha raggiunto i 43.4 milioni di euro, superando anche il record d'incassi di “Titanic”(1997).

236 CONDIVISIONI
Le 5 cose che non sapevate ancora su "Ted"
Le 5 cose che non sapevate ancora su "Ted"
Le 5 cose di "Avatar" che ancora non sapevate
Le 5 cose di "Avatar" che ancora non sapevate
Le 5 cose de "Il Padrino" che ancora non sapevate
Le 5 cose de "Il Padrino" che ancora non sapevate
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views