La collaborazione tra Marcello Fonte e Matteo Garrone non si è esaurita con "Dogman", il film trionfatore ai David di Donatello 2019 che ha regalato all'interprete calabrese vari premi tra cui quello come miglior attore al Festival di Cannes. È lo stesso Fonte ad annunciare su Twitter la prosecuzione del sodalizio con Garrone: sarà nel cast di "Pinocchio", il nuovo attesissimo film del regista romano tratto dal romanzo di Carlo Collodi le cui riprese sono iniziate da poco. Come risulta dal cast ufficiale, Fonte avrà il ruolo del Pappagallo. 

La favola di Marcello Fonte

La storia di questo attore per caso, la cui vita è cambiata completamente nell'ultimo anno, meriterebbe di essere raccontata in un film, se non fosse che anni fa (nel 2015) ci pensò lo stesso Fonte a realizzare una pellicola autobiografica, "Asino vola". Cresciuto in ristrettezze economiche in una baracca ad Archi, quartiere di Reggio Calabria, Fonte si trasferisce a Roma nel 1999, a vent'anni, e inizia a lavorare come custode e tuttofare presso il Teatro Valle. Il fratello scenografo lo spinge a recitare e Fonte ricopre così alcuni piccoli ruoli in produzioni importanti, da "Gangs of New York" di Martin Scorsese a "Corpo celeste" di Alice Rohrwacher e alla serie tv "La mafia uccide solo d'estate".  Poi, la consacrazione: Garrone lo scopre vedendolo recitare in una compagnia di ex detenuti, in cui sostituisce un attore venuto a mancare, e lo sceglie per "Dogman". Con il suo "canaro" Marcello, ha conquistato Cannes, ma il ruolo gli è valso anche il Nastro d'argento e l'European Film Awards. Unico rimpianto: gli è sfuggito il David (andato al bravissimo Alessandro Borghi) proprio nella serata in cui si è fatto accompagnare dall'amata mamma. Resta indimenticabile il suo discorso di ringraziamento al Festival di Cannes:

Da piccolo, quando ero a casa mia e pioveva sopra le lamiere, chiudevo gli occhi. Immaginavo di sentire il suono degli applausi, quelli che oggi sono veri e che sento intorno a me. Il cinema è diventato la mia famiglia, la solitudine è finita

La prima foto ufficiale con Roberto Benigni

Intanto, è uscita la prima immagine ufficiale del film, le cui riprese sono partite il 18 marzo. Vediamo Roberto Benigni nei panni di Geppetto, di fronte alla sagoma del burattino. La produzione del film proseguirà tra Toscana, Puglia e Lazio, con una durata prevista di 11 settimane in tutto. La scelta di Benigni è decisamente gustosa, considerato che il regista e attore toscano a sua volta ha diretto e interpretato un'altra versione di "Pinocchio" nel 2002, in quel caso nei panni del protagonista.

Il cast di Pinocchio

Il cast annunciato è davvero stellare e, oltre a Benigni e Fonte, comprende Federico Ielapi (Pinocchio), Gigi Proietti (Mangiafuoco), Rocco Papaleo (Gatto), Massimo Ceccherini (Volpe), Matilda De Angelis (Fata adulta), Alida Baldari Calabria (Fatina bambina), Alessio Di Domenicantonio (Lucignolo), Maria Pia Timo (Lumaca), Davide Marotta (Grillo parlante), Paolo Graziosi (Mastro Ciliegia), Gianfranco Gallo (Civetta), Massimiliano Gallo (Gufo). Teco Celio (Gorilla), Enzo Vetrano (Faina), Nino Scardina (omino di burro). Il film, coproduzione Italia/Francia, è prodotto da Archimede con Rai Cinema e Le Pacte, con Recorded Picture Company, in associazione con Leone Film Group, con il contributo del MiBAC – Direzione Generale Cinema – e di Eurimages, in associazione con Unipol Banca, con il sostegno di Regione Toscana – Toscana Promozione. Le vendite internazionali sono curate da HanWay Films. Il film sarà distribuito in Italia da 01 Distribution e in Francia da Le Pacte.