video suggerito
video suggerito

Mark Wahlberg: “Volevo produrre 50 sfumature e avrei scelto Brad Pitt come protagonista”

Il muscoloso attore voleva a tutti i costi avere i diritti cinematografici del libro e sul suo Christina Grey ideale non avrebbe avuto dubbi: Brad Pitt.
A cura di Ciro Brandi
43 CONDIVISIONI
Immagine

La diatriba sulle riprese e sui protagonisti dell’adattamento di “50 sfumature di grigio” sembra non avere mai fine. Dopo il rinvio dell’uscita al 2015, ecco spuntare un altro personaggio che è alquanto arrabbiato. Si tratta dell’attore Mark Wahlberg, reduce dal successo dei film “Pain & Gain – Muscoli e denaro” e “Cani sciolti”. Wahlberg, ha dichiarato all’Hollywood Reporter quanto segue:

Ero vicinissimo all’ottenimento dei diritti cinematografici del libro “50 sfumature di grigio” e volevo assolutamente produrre il film. Stavo quasi per licenziare il mio agente Ari Emanuel per quello che è accaduto attorno a questa vicenda, poi siamo entrati nella guerra di offerte da parte di altri personaggi.

Alla fine, i diritti sono andati a Dana Brunetti e Michael DeLuca. Proprio DeLuca ha scherzato sul personaggio di Christian Grey, punzecchiando Whalberg:

Sembra un po’ Mark Wahlberg. Voglio dire: mascella quadrata, alto, spalle larghe, geniale, miliardario, adone …

Di tutt’altro parere, invece, è  proprio il nerboruto attore:

No, secondo me Brad Pitt era il protagonista ideale, e io avrei scelto lui se avessi ottenuto i diritti.

Insomma, Jamie Dornan – il vero protagonista del film – ha una grossa responsabilità sulle sue spalle e il primo a giudicare la sua performance sarà proprio l’arrabbiatissimo Wahlberg.

43 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views