La quarantena ha costretto il mondo del cinema a uno stop forzato, bloccando progetti, idee e produzioni. I più creativi, però, hanno saputo tirare fuori qualcosa anche dall'isolamento forzato e dallo stress di coronavirus. Se in Italia registi come Daniele Vicari e Gabriele Salvatores si sono già attivati realizzando film dedicati al lockdown, anche il grande Martin Scorsese non è rimasto inattivo e nelle scorse settimane ha girato un cortometraggio, in onda sulla BBC giovedì 28 maggio.

Il corto di Scorsese racconta il lockdown attraverso Hitchcock

Il corto va in onda come atto conclusivo di "Lockdown Culture With Mary Beard", trasmissione curata dalla nota accademica e scrittrice britannica. Il film di Scorsese viene presentato come "esclusivo e molto personale". Racconta l'isolamento del regista italo-americano nella sua casa di New York attraverso il suo amore per i classici di Alfred Hitchcock. O, meglio, come ha spiegato la Beard, "Ci fa rivedere Hitchcock attraverso l'obiettivo della nostra situazione attuale. Ero assolutamente al settimo cielo quando ha accettato di farlo per noi". Non è chiaro se il corto avrà una distribuzione su altri canali o se sarà mostrato gratuitamente online.

Martin Scorsese, i nuovi progetti con Leonardo DiCaprio

Corto a parte, Scorsese è molto attivo in questo periodo a dispetto dei blocchi. La notizia più fresca è l'acquisto da parte di Apple del suo nuovo lavoro attualmente in fase di pre-produzione: si tratta del già attesissimo "Killers of the Flower Moon", che segna il ritorno di Leonardo DiCaprio al suo fianco a sette anni da "The Woolf of Wall Street" e dovrebbe uscire nel 2021. Il sodalizio con DiCaprio proseguirà anche per i prossimi progetti: una serie televisiva ambientata a fine 800, "The Devil in the White City", e un biopic dedicato al presidente americano Theodore Roosevelt. Come produttore, ha inoltre in produzione un film sulla vita di Leonard Bernstein e il nuovo film di Paul Schrader, "The Card Counter".