438 CONDIVISIONI
3 Marzo 2014
01:25

Razzies 2014: gli anti-Oscar premiano la coppia Will e Jaden Smith

I premi ai peggiori film dello scorso anno cinematografico hanno decretato come vincitore la commedia “Movie 43” e la coppia padre figlio Will e Jaden Smith per “After Heart”, di M. Night Shyamalan.
A cura di Ciro Brandi
438 CONDIVISIONI

A quasi due ore dalla premiazione più attesa dell’anno, ecco arrivare, puntuali come ogni anno anche  i Razzies, i riconoscimenti alla peggiore produzione dell'anno cinematografico conclusosi due mesi fa. Quest'anno, i premi sono andati alla commedia  “Movie 43”, in italiano "Comic Movie", e alla sua parata di star come cast e registi. I peggiori attori sono stati Will Smith e suo figlio Jaden per lo sci-fi "After Earth – Dopo la fine del mondo", mentre sul fronte femminile è andato al regista Tyler Perry per "A Madea Christmas" e Kim Kardashian per "Tyler Perry's Temptation", oltre a “The Lone Ranger”, con Johnny Depp e “Un weekend da bamboccioni 2” con Adam Sandler. Di seguito trovate tutti i “vincitori”:

PEGGIOR FILM

Movie 43

PEGGIOR ATTORE

Jaden Smith: After Earth

PEGGIORE ATTRICE

Tyler Perry: A Madea Christmas

PEGGIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA

Kim Kardashian: Tyler Perry’s Temptation

PEGGIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Will Smith: After Earth

PEGGIOR REGISTA

I 13 registi di Movie 43

PEGGIORE GRUPPO SUL GRANDE SCHERMO

Jaden Smith & Will Smith: After Earth

PEGGIORE SCENEGGIATURA

Movie 43 (scritta da 19 “sceneggiatori”)

PEGGIOR REMAKE, RIP-OFF o SEQUEL

The Lone Ranger

438 CONDIVISIONI
Jada Pinkett Smith si rifà il look e fa ingelosire Will Smith
Jada Pinkett Smith si rifà il look e fa ingelosire Will Smith
Will Smith torna al cinema dopo lo scandalo degli Oscar:
Will Smith torna al cinema dopo lo scandalo degli Oscar: "Se la gente non è pronta lo capisco"
Will Smith e Jimmy Fallon: l'evoluzione dell'hip hop (e il rifiuto del twerk
Will Smith e Jimmy Fallon: l'evoluzione dell'hip hop (e il rifiuto del twerk"
27.696 di ViralVideo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni