Rodolfo Laganà ha commosso il pubblico presente al termine del suo spettacolo“Nudo Proprietario”, tenutosi al Teatro Alba Radians di Albano. L'attore è malato di Sclerosi Multipla da qualche anno e ha voluto condividere le sue emozioni con gli spettatori, lanciando un messaggio di speranza e un appello accorato a favore della ricerca. "La ricerca significa dare speranza a tante persone, perché la sclerosi multipla si combatte anche con la condivisione" ha dichiarato, aggiungendo "Fare qualcosa di umano per chi soffre è di vitale importanza, parlare, sostenersi, non perdere lo spirito di umorismo e dare speranza ai malati di questa terribile malattia è fonte di vitalità per coloro che ne soffrono, non dimentichiamolo mai e sosteniamo la ricerca per la Sclerosi Multipla".

La consapevolezza di avere la Sclerosi Multipla non è stata facile da digerire e ha condizionato, almeno in un primo momento, la sua proiezione di vita. Poi, complice un innato umorismo che l'ha sempre sostenuto anche nel lavoro, pare sia arrivato ad esorcizzare i momenti più brutti con una risata: "Quando mi hanno detto che avevo la Sclerosi Multipla mi sono disperato un bel po’, dicendo in cuor mio che in futuro non avrei potuto più fare certe cose. Ma poi ragionando che il movimento non è mai stato il mio forte, e il mio fisico non è mai stato atletico e sportivo anche prima di ammalarmi, mi sono subito tirato su!".

Ad accompagnarlo in questa bellissima esperienza teatrale c'era anche il giovane figlio Filippo, che sta cercando di apprendere quanto più possibile dal padre e di ricalcarne le orme.