Manca pochissimo all’arrivo nelle nostre sale il nuovo film da regista del geniale Quentin Tarantino, “C’era una volta a… Hollywood”, con un cast di sole stelle capitanato da Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie. Reduce da una standing ovation di 7 minuti al Festival di Venezia 2019, la pellicola ci riporta nella Los Angeles del 1969, segnata dai delitti di Charles Manson. Qui, Tarantino inserisce la storia dell’attore in declino Rick Dalton (DiCaprio), star di una serie western degli anni ’50 che adesso, con la sua controfigura e migliore amico Cliff Booth (Brad Pitt), cerca di farsi spazio verso l’Olimpo di Hollywood, che sembra non considerarli affatto. Ad aiutarli, però, arriverà la bella Sharon Tate (Margot Robbie), attrice e vicina di casa di Rick. Tra i grandi nomi del cast ci sono anche Emile Hirsch, Margaret Qualley, Timothy Olyphant, Bruce Dern, Dakota Fanning, Al Pacino e Kurt Russell.

Tarantino ha dichiarato di aver avuto bisogno di circa cinque anni per scrivere la sceneggiatura del film, inizialmente pensato addirittura come romanzo. La direzione della fotografia è stata affidata a quel genio di Robert Richardson invece il montaggio è di Fred Raskin. Le scenografie e i costumi sono stati realizzati, rispettivamente, da Barbara Ling e Arianne Phillips mentre gli effetti speciali sono opera di Jeremy Hays. La colonna sonora è composta da canzoni già esistenti di autori e generi diversi tra cui spiccano Deep Purple, Paul Revere & The Raiders, Simon & Garfunkel e Neil Diamond. Prodotto da Quentin Tarantino con David Heyman e Shannon McIntosh, la pellicola sarà distribuita nei nostri cinema a partire dal 18 settembre.

La trama

Nella Los Angeles del 1969, segnata dagli omicidi della famiglia Manson, l'attore televisivo in declino Rick Dalton, star di un telefilm western che ha avuto molto successo negli anni ’50, e la sua controfigura e migliore amico Cliff Booth, cercano di farsi spazio verso la Hollywood che conta ma che sembra snobbarli altamente. Ad aiutarli ci penserà l’affascinante Sharon Tate, attrice e vicina di casa di Rick.

Il cast

Il premio Oscar Leonardo DiCaprio (Rick Dalton) ha già girato con Tarantino “Django Unchained”(2012) mentre Brad Pitt (Cliff Booth) lo abbiamo visto in “Bastardi senza gloria”(2009). Per Margot Robbie (Sharon Tate) si tratta della prima volta alla corte del folle e visionario regista. Il resto dell’impressionante cast è formato da: Emile Hirsch (Jay Sebring), Margaret Qualley (Pussycat), Timothy Olyphant (James Stacy), Julia Butters (Trudi Fraser), Austin Butler (Charles "Tex" Watson), Dakota Fanning (Lynette "Squeaky" Fromme), Bruce Dern (George Spahn), Mike Moh (Bruce Lee), Luke Perry (Wayne Maunder), Damian Lewis (Steve McQueen), Al Pacino (Marvin Schwarz), Kurt Russell (Randy), Zoë Bell (moglie di Randy) Lorenza Izzo (Francesca Cappucci), Rebecca Gayheart (Billie Booth), Damon Herriman (Charles Manson), Mikey Madison (Susan "Sadie" Atkins), Maya Hawke (Linda Kasabian), Madisen Beaty (Patricia Krenwinkel), Victoria Pedretti (Leslie "Lulu" Van Houten), Lena Dunham (Catherine Share), Nicholas Hammond (Sam Wanamaker), Spencer Garrett (Allen Kincade), Michael Madsen (sceriffo di Bounty Law), Martin Kove (cattivo di Bounty Law), James Remar (cattivo di Bounty Law), Clifton Collins Jr. (Ernesto il messicano), Scoot McNairy ("Business" Bob Gilbert), Marco Rodríguez (barista di Lancer), Rafał Zawierucha (Roman Polański), Costa Ronin (Wojciech Frykowski), Samantha Robinson (Abigail Folger), Rumer Willis (Joanna Pettet), Dreama Walker (Connie Stevens), Rachel Redleaf (Cass Elliot) e Rebecca Rittenhouse (Michelle Phillips).

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. Uno dei film italiani girati da Rick (DiCaprio) è diretto da un certo Antonio Magheriti. In “Bastardi senza gloria”(2009), lo stesso nome è utilizzato da Danny Donowitz per entrare alla prima di “Nation’s Pride”.

2. Oltre al ruolo di Randy, il grande Kurt Russell è anche il narratore della pellicola nella versione originale.

3. Il titolo del film è un omaggio a Sergio Leone e ai suoi cult “C’era una volta il West”(1968) e “C’era una volta in America”(1984). Tarantino ha sempre dichiarato che Leone è uno dei suoi registi preferiti e una delle sue principali fonti d’ispirazione.

4. Margot Robbie, nel film Sharon Tate, nella pellicola indossa alcuni dei gioielli realmente appartenuti all’attrice messi a disposizione da sua sorella Debra.

5. La scena del party nella villa di Playboy è stata realmente girata lì. Tarantino è stato ospite di Hugh Hefner in svariate occasioni quindi per lui non è stato difficile ottenere i permessi.

6. “C’era una volta a… Hollywood” è l’ultimo film di Luke Perry. L’attore, noto per il ruolo di Dylan nella serie cult “Beverly Hills 90210”, è morto lo scorso 4 marzo a seguito di un infarto.

7. Per il personaggio di Sharon Tate, Tarantino non ha mai interpellato Roman Polanski, suo marito negli ultimi due anni di vita. il regista è stato aiutato dalla sorella della Tate, Debra, che ringrazia anche nei titoli di coda. La donna ha ricevuto la sceneggiatura in anticipo e Tarantino trascorse un weekend con lei a Santa Barbara e più volte l’ha invitata sul set.

8. Molti attori hanno avuto le proprie parti tagliate dal montaggio finale, come Tim Roth, che interpretava il maggiordomo inglese di Jay Sebring e Danny Strong, che interpretava Dean Martin.

9. Il fenomenale Burt Reynolds fu scelto per il ruolo di George Spahn, il proprietario del ranch, ma l’attore è venuto a mancare il 6 settembre 2018, così Tarantino lo ha sostituito con Bruce Dern.

10. Pur di tornare a lavorare con Tarantino e permettere alla produzione di mantenersi su un budget accettabile, Leonardo DiCaprio ha proposto di decurtare il suo solito compenso di 20 milioni di dollari a film del 25%.