4 Maggio 2018
19:20

“Unsane”, il thriller psicologico di Steven Soderbergh girato con l’iPhone

Il thriller psicologico, a tinte horror, di Soderbergh racconta la storia di Sawyer (Claire Foy), una giovane donna che, per scappare da uno stalker che la perseguita, si trasferisce in Pennsylvania e si rivolge ad uno psichiatra. Purtroppo, sarà costretta ad una permanenza forzata in un centro di sanità mentale. Ma ciò che la perseguita è reale o frutto della sua mente?
A cura di Ciro Brandi

Periodo molto prolifico per il premio Oscar Steven Soderbergh. Il regista di Atlanta, infatti, a fine maggio sarà nelle sale con l’atteso “La truffa dei Logan”, ma il 14 giugno nei cinema sarà rilasciato anche “Unsane”, thriller psicologico a tinte horror con protagonista la bravissima Claire Foy. L’attrice è nei panni di Sawyer, una giovane donna che, per scappare da uno stalker che la perseguita da due anni, si trasferisce in Pennsylvania e si rivolge ad uno psichiatra. Purtroppo, sarà anche costretta ad une permanenza forzata in un centro di sanità mentale. Ma ciò che la perseguita è reale o frutto della sua mente? Questo è l’interrogativo principale di tutto il film, scritto da Jonathan Bernstein e  James Greer e girato interamente con un iPhone.

“Unsane” è stato presentato, fuori concorso, al 68° Festival di Berlino e il montaggio e la fotografia sono stati curati d Steven Soderbergh che, come al solito, vuole seguire i suoi progetti al 100%, curando ogni minimo dettaglio e dando risalto alla storia dell’insanità mentale, dello stato del sistema sanitario statunitense, dello stalking (sempre tristemente attuale) e del confine sempre più labile tra realtà e fantasia. Gli effetti speciali, invece, sono stati affidati a Lesley Robson-Foster. Con la bravissima Claire Foy, nel cast ci sono anche Joshua Leonard, Juno Temple, Jay Pharoah ed Aimee Mullins.

La trama

La giovane Sawyer Valentini decide di lasciare la sua città, Boston, per trasferirsi in Pennsylvania p e scappare, finalmente, dallo stalker che la sta perseguitando da due anni. Mentre si consulta con un terapeuta, Sawyer firma involontariamente un documento che la tratterrà per 24 ore presso l'Highland Creek Behavioural Center. La sua permanenza nella struttura inizia a prolungarsi quando medici e infermieri cominciano a mettere in discussione la sua sanità mentale. Sawyer inizierà a credere che uno dei membri dello staff sia il suo molestatore e farà di tutto per rimanere in vita e scappare da quella sorta di trappola. Ma sarà tutto vero o solo frutto della sua mente?

Il cast

Claire Foy è stata scelta subito da Soderbergh per il ruolo Sawyer Valentini. L’attrice, dopo il debutto al cinela nel 2011 con “L’ultimo dei templari”, accanto a Nicolas Cage, ha ottenuto un clamoroso successo grazie al ruolo di Anna Bolena nella serie tv “Wolf Hall”(2015) e, soprattutto, per quello di Elisabetta II in “The Crown”, serie trasmessa da Netflix, che le ha fatto vincere addirittura il Golden Globe come Miglior attrice in una serie drammatica. Con lei ci sono Joshua Leonard (“The Blair Witch Project”, “Resta anche domain), nei panni di David Strine poi Juno Temple (“Il cavaliere oscuro – Il ritorno”; “Maleficent”, “La ruota delle meraviglie”) scelta per la parte di Violet e Jay Pharoah (Nate Hoffman), Aimee Mullins (Ashley Brighterhouse), Amy Irving (Angela Valentini), Colin Woodell (Mark), Raúl Castillo (Jacob) e Matt Damon (detective Ferguson).

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. Il film è stato girato in soli 10 giorni con un iPhone 7 Plus in 4K usando l’app FiLMiC Pro.

2. La scena dell’ospedale, che vediamo anche nel trailer, è stata girata a Pomona (NY) al Summit Park Hospital che ha chiuso recentemente.

3. Il budget impiegato per la pellicola è stato di circa 1.2 milioni di dollari.

CineMust: i film da non perdere in uscita dal 4 luglio
CineMust: i film da non perdere in uscita dal 4 luglio
“La Truffa dei Logan”: i ladri Steven Soderbergh sono divi di prima grandezza
“La Truffa dei Logan”: i ladri Steven Soderbergh sono divi di prima grandezza
“Eva”: ecco il thriller psicologico con Isabelle Huppert e Gaspard Ulliel
“Eva”: ecco il thriller psicologico con Isabelle Huppert e Gaspard Ulliel
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni