6 Settembre 2014
16:54

Venezia 71: la lista di tutti i vincitori

Segui con noi la diretta dal Lido per scoprire tutti i vincitori di questa straordinaria edizione. Chi porterà a casa il Leone d’Oro? Ce la faranno i film italiani? Incrociamo le dita e che vinca il migliore.
A cura di Daniela Seclì

È tutto pronto al Lido per incoronare i vincitore di questa 71esima edizione del Festival di Venezia che potrebbe riservare qualche ricca sorpresa. Chi porterà a casa il Leone d’Oro? In molti sono concordi nel dire che “Birdman”, il film d’apertura di Alejandro González Iñárritu sia assolutamente meritevole, ma è spuntato anche il nome di Joshua Oppenheimer e del suo “The Look of Silence”. Il terzo film che potrebbe portare a casa l’ambito riconoscimento è “A Pigeon Sat on a Branch Reflecting on Existence”, del regista Roy Andersson, applauditissimo alla proiezione stampa. E per i tre  italiani in gara? L’anno scorso “Sacro GRA”, di Gianfranco Rosi ha sbaragliato la concorrenza portandosi a casa il Leone d’Oro, e quest’anno tra “Il giovane favoloso” di Mario Martone, “Anime Nere” diretto da Francesco Munzi e “Hungry Hearts” di Saverio Costanzo, qualche possibilità potrebbe averla la pellicola di Martone o quella di Munzi. Molto applaudita è stata la performance di Elio Germano proprio ne “Il giovane favoloso”, che potrebbe far sua la Coppa Volpi per per la miglior interpretazione maschile anche se dovrà vedersela con pezzi da novanta come Michael Keaton Benoît Poelvoorde, Al Pacino e Viggo Mortensen. Tra le attrici, invece, spuntano i nomi di Lü Zhong, protagonista del film “Red Amnesia” e della nostra Alba Rohrwacher, splendida in “Hungry Hearts”. Non ci resta che attendere con ansia le decisioni della Giuria per scoprire anche tutti gli altri premi. Buona diretta!

Premi principali:

Leone d'oro al miglior film: “A Pigeon Sat on a Branch Reflecting on Existence” di Roy Andersson

Leone d'argento per la miglior regia: Andrei Konchalovsky per "The Postman's White Nights"

Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile: Adam Driver  per "Hungry Hearts" di Saverio Costanzo

Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile: Alba Rohrwacher per "Hungry Hearts" di Saverio Costanzo

Premio per la migliore sceneggiatura:  "Tales" (Ghesse-ha) di Rakhsan Bani-Etemad (Iran)

Premio Marcello Mastroianni, ad un attore o attrice emergente: Romain Paul per "Le Dernier Coup de Marteau", di Alix Delaporte

Gran Premio della Giuria: "The Look of Silence", di Joshua Oppenheimer

Premio Speciale della Giuria: "Sivas" di Kaan Mujdeci (Turchia) 

Premi alla carriera:

Leone d'oro alla carriera: Thelma Schoonmaker e Frederick Wiseman

Premio Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmmaker: a James Franco

Premi collaterali:

Premio FIPRESCI a "The Look of Silence" di Joshua Oppenheimer

Premio Schermi di qualità – Carlo Mazzacurati ad "Anime nere"

Premio Soundtrack Stars a “Birdman” di Alejandro González Iñárritu

Leoncino d’oro Agis a “Birdman” di Alejandro González Iñárritu

Venice Days Award a "Retour à Ithaque" di Laurent Cantet

Premio del pubblico Raro Video delle Settimane della Critica a "No One's Child" di Vuk Ršumovic

Premio Venezia Classici a "Una giornata particolare" (1977) di Ettore Scola

Green Drop Award 2014 a "The Postman's White Nights" di Andrei Konchalovsky

Premio Padre Taddei a "Birdman" di Alejandro González Iñárritu

Label Europa Cinemas a "I nostri ragazzi" di Ivano De Matteo

Premi Critica Online

Mouse d'Oro a "The Look of Silence" di Joshua Oppenheimer

Mouse d’Argento al miglior film fuori della competizione ad "Olive Kitteridge" di Lisa Cholodenko

Premi Pasinetti

Miglior film: "Anime nere" di Francesco Munzi

Miglior Attore Maschile: Elio Germano ("Il giovane favoloso" di Mario Martone)

Miglior Attrice Femminile: Alba Rohrwacher ("Hungry Hearts" di Saverio Costanzo)

Premi Pasinetti speciali per la regia a Saverio Costanzo per "Hungry Hearts"; a Pierfrancesco Favino, protagonista e produttore "Senza nessuna pietà" (Orizzonti); e a Ivano De Matteo per "I nostri ragazzi" (Giornate degli Autori)

Future Film Festival Digital Award a "Birdman"

Premio L’Oreal Paris a Valentina Corti

Premio Queer Lion a "Les nuits d’été" di Mario Fanfani

Premio Piccioni per la miglior soundtrack ad Apparat per "Il giovane favoloso"

Premio Brian degli atei a "Mita Tova"

Premio Fedic a "Io sto con la sposa"

Premio Cicae per fim di Orizzonti a "Heaven knows what"

Premio Lanterna Magica a "Le dernier coup de marteau"

Premio Open a Ra di Martino per "The show MAS go on"

Premio HRN per i diritti umani ex aequo a "Io sto con la sposa" e "The look of silence"

Best innovative budget a "Italy in a day"

Premio Civitas vitae a "Dancing with Maria"

 

 

 

 

Scamarcio da Venezia 71:
Scamarcio da Venezia 71: "Distribuite il mio film"
Riccardo Scamarcio, il bello di Venezia 71
Riccardo Scamarcio, il bello di Venezia 71
1.211 di antofox
Venezia 71, Anime Nere racconta la mafia in una Calabria abbandonata dallo stato
Venezia 71, Anime Nere racconta la mafia in una Calabria abbandonata dallo stato
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni