C’è chi lo definisce il nuovo Alain Delon o il “Brad Pitt” francese. Fatto sta che Olivier Martinez, 50 anni il 12 gennaio, è il divo francese che negli ultimi dieci anni è riuscito a conquistare Hollywood, soprattutto grazie  al ruolo del libraio Paul Martel nel thriller-erotico “Unfaithful – L’amore infedele”, del 2002, dove recitava accanto a Diane Lane e Richard Gere. Da allora, ha preso parte ad altre pellicole e serie tv dal successo altalenante e ha intrecciato varie storie d’amore con alcune importanti attrici e cantanti.

Gli esordi e il successo di “Un, due, tre stella!”.

Martinez nasce a Parigi il 12 gennaio 1966, da padre spagnolo (pugile) e mamma francese (segretaria). Sin da giovanissimo, si accorge che la scuola non fa per lui e, infatti, inzia a fare vari lavori nella sua Parigi. Saranno i suoi amici a spingerlo a fare dei provini come modello e come attore. A soli 23 anni, s’iscrive al Conservatoire National D’Art Dramatique della capitale francese e, dopo alcune fugaci apparizioni nella serie tv “Il Commissario Navarro”(1990) e nei film tv “Odyssée bidon” e “IP5: L'île aux pachydermes”(1992), nel 1993 arriva la sua grande occasione. Martinez gira, infatti, il film “Un, due, tre stella”, per la regia di Bertrand Blier, accanto ad Anouk Grinberg e Marcello Mastroianni. Il ruolo di Petit-Paul gli fa vincere il Premio Jean Gabin e il premio César come migliore promessa maschile.

“L’ussaro sul tetto” e “L’immagine del desiderio”.

Grazie al film di Blier, Martinez si fa notare dai grandi registi francesi e internazionali, già nel 1995, è sul set di “L’ussaro sul tetto” di Jean-Paul Rappeneau, tratto dall’omonimo romanzo di Jean Giono, del 1951. L’attore è il protagonista Angelo Pardi e ha la possibilità di recitare accanto alla grande Juliette Binoche. Il film riesce a portare a casa 2 Premi César (Miglior fotografia, Miglior sonoro) e 1 Nastro d'Argento (Migliori costumi). Martinez viene notato dal famoso regista catalano Juan José Bigas Luna, che lo sceglie come protagonista del dramma erotico “L’immagine del desiderio” nel 1997, basato sul romanzo “La cameriera del Titanic”(“La femme de chambre du Titanic”), scritto da Didier Decoin. Uno dei suoi ruoli più significativi è, senza dubbio, quello di Lázaro Gómez Carriles nel film “Prima che sia notte”, diretto da Julian Schnabel, basato sulla storia vera del poeta e romanziere cubano Reinaldo Arenas (nel film interpretato da Javier Bardem, premiato con il Leone d’Argento a Venezia), perseguitato in patria perchè scrittore e omosessuale.

Il clamore de “L’amore infedele”.

Nel 2002, Hollywood si accorge del suo straordinario talento e dell’immenso fascino da bello e dannato. Infatti, il regista Adrian Lyne gli assegna il ruolo del libraio Paul Martel ( si dice, dopo aver provinato addirittura Brad Pitt e Ryan Philippe), nel dramma erotico “Unfaithful – L’amore infedele”. Martinez recita con due colossi come Richard Gere e Diane Lane e la pellicola, costata 50 milioni di dollari, riesce ad incassarne, globalmente, ben 119. Nel 2003 è con Colin Farrell e Samuel L. Jackson nel film d’azione “S.W.A.T. – Squadra speciale anticrimine”, diretto da Clark Johnson,basato sulla serie televisiva “S.W.A.T.”, andata in onda tra il 1975 e il 1976. L’anno successivo, è sul set di un altro interessante thriller, “Identità violate”, diretto da D.J. Caruso, con Angelina Jolie e Ethan Hawke, mentre nel 2005 è la volta di “Dark Tide”, di John Stockwell, dove incontrerà la sua futura moglie, la splendida Halle Berry. Infatti, dopo aver avuto relazioni con Mira Sorvino, Elsa Pataky e la cantante Kylie Minogue, l’attore, si è fidanzato ufficialmente con la Berry nel 2012 e, già nel 2013, hanno avuto un bimbo, Maceo Robert, e si sono sposati. Purtroppo, le nozze sono durate fino al 27 ottobre 2015.

Le serie tv e “The Godmother”.

Negli ultimi anni, Martinez ha preferito dedicarsi al mondo del piccolo schermo, girando le serie tv “Cybergeddon Zips” e “Cybergeddon”, del 2012, nel ruolo di Gustov Dobreff, seguite da “Revenge”(2014) dove interpreta il ruolo di Pascal LeMarchal e “Texas Rising”(2015), nella parte di Antonio Lopez de Santa Anna. L’attore ha appena finito di girare il film “The Godmother”, diretto da Gerard Johnson, basato sulla storia di Griselda Blanco (Catherine Zeta-Jones), nota come “la Madrina” o “La regina della cocaina di Miami”, condannata per narcotraffico e responsabile di centinaia di omicidi tar gli anni ’70 e ’80.