423 CONDIVISIONI
7 Giugno 2014
00:39

30 anni di “Ghostbusters”, il mito degli Acchiappafantasmi non intende fermarsi

L’8 giugno 1984, negli USA usciva la commedia che ha segnato un’epoca e che ha incassato, ad oggi, 1 miliardo di dollari. Nominata agli Oscar, acclamata dalla critica e modello da imitare, oggi il mondo si prepara a celebrarne al meglio il 30° anniversario.
A cura di Ciro Brandi
423 CONDIVISIONI

L’ 8 giugno 1984 veniva rilasciato nelle sale statunitensi “Ghostbusters”, la commedia fantastica diretta da Ivan Reitman che, in brevissimo tempo, diventò un cult in tutto il mondo. La pellicola – che in Italia uscì il 24 novembre dello stesso anno col titolo “Ghostbusters – Acchiappafantasmi” – fu il più grande successo del 1984, incassando quasi 435 milioni di dollari, piazzandosi al primo posto del box office USA per ben cinque settimane consecutive e incassando la cifra record di 23 milioni di dollari, solo nella prima settimana di programmazione. La consacrazione arrivò nel 1985, quando il film fu nominato a due Oscar, uno per i Migliori effetti speciali e l’altro per la Miglior canzone. Gli attori protagonisti – Bill Murray, Dan Aykroyd, Harold Ramis, Ernie Hudson, Sigourney Weaver, Rick Moranis e gli altri – quasi tutti mattatori del Saturday Night Live, furono osannati dalla critica e diventarono i beniamini dei cinefili di tutto il mondo. La canzone portante, intitolata come il film, “Ghostbusters”, di Ray Parker Jr. (caratterizzata dalla frase tormentone “Who you gonna call?”) raggiunse la vetta della classifica Billboard Hot 100 nell’estate dell’84 e vi restò per tre settimane. Il successo planetario del primo film spinse la Columbia Pictures a girarne un sequel, cinque anni dopo, dal titolo “Ghostbusters 2”, che ebbe un buon seguito, ma di certo non seguì le orme del suo predecessore.

Il costoso progetto originale di Dan Aykroyd

L’idea originale partì dalla passione sfrenata di Dan Aykroyd per i fenomeni paranormali. La spinta a scrivere la sceneggiatura gliela diede un articolo di parapsicologia e di fisica quantistica e la prima scrittura era molto più ambiziosa. L’attore aveva ambientato voleva che le avventure dei suoi acchiappafantasmi si spostassero nel tempo e nello spazio a caccia di creature enormi, che avrebbero combattuto con delle bacchette e delle divise simili a quella della S.W.A.T. Aykroyd diede una decisa ridimensionata al tutto – soprattutto per questioni di budget – dopo la morte dell’amico John Belushi, che doveva prendere parte al progetto. il compianto Harold Ramis fu chiamato a collaborare con lui allo script e, da lì, nacquero gli zaini protonici, le ghost trap e il dispositivo di stoccaggio, oltre alle tute dei personaggi, molto più simili a quelle dei vigili del fuoco.

La trama

La storia è ambientata a New York, nel 1984. I tre ricercatori universitari Peter Venkman, Raymond Stantz ed Egon Spengler, studiano con risultati fallimentari, i fenomeni paranormali, e vengono esplusi. Un giorno, però,la Biblioteca Pubblica di New York, li contatta e, per la prima volta, si trovano faccia a faccia con un fantasma, quello dell'ex bibliotecaria Eleanor Twitty, detta la "Signora in Grigio". Da quel momento, Ray decide di mettere un’ipoteca sulla sua casa e mettere su una ditta di acchiappafantasmi a pagamento, costruendo apparecchiature all’avanguardia e acquistando un palazzone, ex caserma dei vigili del fuoco, per farne la loro sede operativa. Come mezzo di locomozione usano una vecchia ambulanza Cadillac del ‘59 – la famosa Ectomobile, o Ecto 1 – trasformata secondo le loro esigenze. Da allora, si destreggeranno tra alberghi infestati, vecchie divinità che si reincarneranno per tornare sulla Terra e un enorme mascotte dei mashmallow vestita da marinaretto che invaderà Manhattan. Il loro operato li farà diventare i beniamini di New York.

Il cast e i protagonisti mancati

Gli attori che dovevano far parte del cast, all’inizio, erano diversi. I protagonisti dovevano essere John Belushi, Eddie Murphy e John Candy. Il primo, già forte del successo di "Animal House", morì il 5 marzo del 1982 per overdose e gli altri due erano già impegnati con altri film. Il ruolo di Peter Venkman fu offerto a Steve Guttenberg, che però rifiutò per girare “Scuola di polizia”, dove interpretava la parte di Carey Mahoney. Senza dubbio, il grande mattatore fu Bill Murray, nel ruolo del Dottor Peter Venkman. Le sue improvvisazioni e il suo innato talento – assieme alle battute al fulmicotone inventate al momento – rappresentano uno dei pilastri fondamentali del film. A completare il cast ci sono Dan Aykroyd (Dott. Raymond “Ray” Stantz), Harold Ramis (Dott. Egon Spengler), Ernie Hudson (Winston Zeddemore), la splendida Sigourney Weaver (Dana Barrett), Rick Moranis (Louis Tully), Annie Potts (Janine Melnitz), William Atherton (Walter Peck), David Margulies (Sindaco Lenny), Slavitza Jovan (Gozer il Gozeriano) e Michael Ensign (Hotel Manager).

Le celebrazioni della Sony, LEGO e della città di Los Angeles

Ad oggi, il mondo “Ghostbusters”, fatto di film, serie tv, videogiochi e merchandising, ha fruttato oltre 1 miliardo di dollari e, nel 2000, era alla posizione numero 28 nella lista delle migliori cento commedie americane di sempre, secondo un sondaggio effettuato dall’American Film Institute. Come celebrare al meglio, quindi, il 30° anniversario di questo cult assoluto? La Sony ha già pensato a tutto. Infatti, negli USA è stata fissata una data per la nuova uscita al cinema del film e il weekend scelto per riproporre le avventure degli acchiappafantasmi è, strategicamente, quello del Labor Day, che quest'anno cade il 1° settembre, anche se il film sarà in 700 sale già a partire dal 29 agosto. Non è tutto, perché il 16 settembre “Ghostbusters” uscirà, finalmente, in Blu-ray, in edizione speciale. Naturalmente, Sony cercherà di sondare il terreno per l’eventuale progetto di un “Ghostbuster 3”, possibilmente con gli stessi attori, anche se Bill Murray ha dato già forfait, Reitman ha abbandonato la regia e Harold Ramis è venuto a mancare il 24 febbraio scorso. Oltre alla Sony, anche Los Angeles voleva rendere omaggio al film e, infatti, nella Città degli Angeli è stata allestita una splendida mostra alla Gallery 1988, dove possiamo trovare una serie di opere/reinterpretazioni ispirate al film. Se volete, invece, avere un ricordo tangibile di questo sensazionale anniversario, allora non potete non comprare la Ectomobile della LEGO. La famosa casa di mattoncini ha, infatti, deciso di celebrare l’evento con una riproduzione fedelissima del mezzo usato dagli acchiappafantasmi per proteggere New York dagli ectoplasmi. Il modelllino è in vendita su Amazon a 59,99 euro, ma le scorte andranno, sicuramente, esaurite in brevissimo tempo.

423 CONDIVISIONI
"Ghostbusters - Acchiappafantasmi" oggi: il cast dopo 35 anni
"Ghostbusters" compie 30 anni, che fine hanno fatto gli acchiappafantasmi?
34.209 di Spettacolo Fanpage
"Ghostbusters" compie 30 anni, le 10 scene migliori (VIDEO)
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni