24 Luglio 2015
14:29

Angelina Jolie girerà un film tv sulla Cambogia, nel cast il figlio Maddox

Ormai sempre più impegnata socialmente e instancabile regista, la star dirigerà un film per la tv prodotto da Netflix, sul drammatico genocidio cambogiano perpetrato dai Khmer rossi negli anni 70. Un tema cui la Jolie si interessa da anni, tanto che proprio in Cambogia ha adottato il figlio Maddox. Anche il bambino sarà coinvolto nella lavorazione : “Fare questo film è un sogno che diventa realtà”, ha dichiarato Angelina.
A cura di Valeria Morini

Dai tempi di "Ragazze interrotte", il film che ha consacrato il suo talento attoriale con l'Oscar, la ex bad girl Angelina Jolie ne ha fatta di strada. Oggi, la moglie di Brad Pitt non è più solo una brava attrice, ma un'artista a tutto tondo che concilia il lavoro con l'impegno umanitario e il difficile mestiere di mamma (di ben sei bambini). Tre aspetti che vanno a unirsi nel suo nuovo progetto, un film per la tv sul dramma dei Khmer rossi in Cambogia che Angelina dirigerà e che vedrà nel cast il figlio Maddox. Dietro la macchina da presa, la Jolie ha ormai acquisito una certa sicurezza, dopo essersi cimentata nella regia del documentario "A Place in Time" e dei film di finzione "Nella terra del sangue e del miele" e "Unbroken".

Instancabile, la star neoquarantenne è già al lavoro su due nuove pellicole, "By the Sea" e "Africa", ma persino il grande schermo sembra ormai non bastarle più. Ecco che si appresta così a nascere un'inattesa collaborazione con il celebre canale di streaming Netflix, che darà vita appunto a questa produzione televisiva tratta dal libro di memorie "First They Killed My Father: A Daughter of Cambodia Remembers" dell'attivista cambogiana Loung Ung.

Gli orrori del regime Khmer nel progetto della Jolie

L'attaccamento della Jolie per la Cambogia risale al periodo in cui vi ha girato alcune scene del blockbuster "Lara Croft: Tomb Raider" nel 2001. Quel viaggio nel martoriato paese asiatico le ha cambiato per sempre la vita, rendendola sensibile ai problemi dei Paesi del terzo mondo. Angelina ha deciso di adottare Maddox proprio in Cambogia e in seguito è divenuta ambasciatrice delle Nazioni Unite, una delle star più attive nella sensibilizzazione al tema delle guerre e degli abusi sull'infanzia. Da questa forte spinta all'impegno sociale, nasce l'idea di adattare il libro della Ung, ex bambina soldato che ha vissuto sotto il sanguinario regime dei Khmer rossi. Dal 1975 al 1979, il governo repressivo di Pol Pot attò un vero e proprio auto-genocidio che portò alla morte di circa due milioni di persone.

Il tv movie dovrebbe intitolarsi "Father" ed essere pronto per il 2016. Tra i produttori, figura il cambogiano Rithy Panh, autore dello splendido documentario "L'immagine mancante". In una nota, la Jolie ha spiegato cosa l'ha spinta a dedicarsi al progetto:

Sono stata profondamente colpita dal libro di Loung. Mi ha permesso di approfondire le mie conoscenze sulle guerre e su come possano influenzare emotivamente le vite dei bambini. E mi ha aiutato a conoscere ancora più da vicino il popolo della Cambogia, terra d'origine di mio figlio. Poter adattare questo libro è un sogno che diventa realtà e sono onorata di lavorare al fianco di Loung e del regista Rithy Panh.

Angelina Jolie girerà il suo prossimo film in Italia, l'attrice ha scelto la Puglia
Angelina Jolie girerà il suo prossimo film in Italia, l'attrice ha scelto la Puglia
Angelina Jolie visita i bambini profughi in Myanmar, con lei anche il figlio Pax
Angelina Jolie visita i bambini profughi in Myanmar, con lei anche il figlio Pax
Viann Zhang, la
Viann Zhang, la "Angelina Jolie asiatica"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni