Finalmente, “La favorita” di Yorgos Lanthimos sta per approdare nelle nostre sale. La pellicola ha già conquistato il Gran Premio della Giuria e la Coppa Volpi alla Migliore interpretazione femminile, andata ad Olivia Colman, vincitrice anche del Golden Globe, è candidata a 12 BAFTA e sarà, sicuramente, tra i fari che illumineranno i prossimi Oscar. La storia ci riporta nell’Inghilterra dell’inizio del XVIII secolo, quando sul trono sedeva la Regina Anna (Olivia Colman), affiancata dalla sua intima amica, la duchessa Sarah Churchill (Rachel Weisz). Il loro rapporto, però, sarà sconvolto dall’arrivo di Abigail Masham (Emma Stone), cugina di Sarah arriva a corte, si fa benvolere da Sarah, che poco a poco diventerà la confidente della sovrana, realizzando tutte le sue ambizioni e non fermandosi di fronte a nessuno.

A proposito del film, Lanthimos ha detto:

Quando realizzi un film ambientato in un’altra epoca, è sempre interessante vedere come si relaziona con i nostri tempi – e ti rendi conto di quante poche cose siano cambiate, a parte gli abiti e il fatto che oggi abbiamo l’energia elettrica o internet. Sono tantissime le analogie a livello di comportamenti, società e potere.

La sceneggiatura de “La favorita” è stata scritta a quattro mani da Deborah Davis e Tony McNamara mentre il direttore della fotografia è Robbie Ryan. Yorgos Mavropsaridis si è occupato del montaggio invece le scenografie e i bellissimo costumi sono, rispettivamente, di Fiona Crombie e Sandy Powell, premiata con l’Oscar per ben 3 volte nella sua sfavillante carriera. I produttori sono Ceci Dempsey della Scarlet Films e Ed Guiney della Element Pictures, insieme a Yorgos Lanthimos e Lee Magiday. La pellicola sarà distribuita nei nostri cinema da 20th Century Fox a partire dal prossimo 24 gennaio.

La trama

All’inizio del XVIII secolo, l’Inghilterra è in guerra contro la Francia e la fragile Regina Anna siede sul trono mentre l’amica intima Sarah Churchill governa il paese in sua vece, prendendosi anche cura della cattiva salute. Tutto cambia quando la bella Abigail Masham arriva a corte e si fa prima benvolere da Sarah, per diventare poi la confidente della sovrana. Grazie all’amicizia sempre più stretta con la regina, Abigail ha la possibilità di realizzare tutte le sue ambizioni e non permetterà a niente e a nessuno di metterle i bastoni tra le ruote.

Il cast

Olivia Colman (Regina Anna) è la star delle serie tv “Broadchurch” e “The Night Manager” che le hanno fatto vincere, rispettivamente, un BAFTA e un Golden Globe. Con Lanthimos ha già girato “The Lobster”(2015) mentre, nel 2017, era nel ricchissimo cast di “Assassinio sull’Orient Express”, diretto da Kenneth Branagh. Emma Stone (Abigail Masham) ha spiccato il volo dopo l’Oscar come Miglior attrice in “La La Land”, invece Rachel Weisz (Sarah Churchill) ha portato a casa l’ambita statuetta già nel 2006 grazie al film “The Constant Gardener – La cospirazione”, di Ferando Meirelles. Il resto del cast è composto da: Nicholas Hoult (Robert Harley), Joe Alwyn (Samuel Masham) e Mark Gatiss (John Churchill).

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. Per interpretare il ruolo della Regina Anna, Olivia Colman ha messo su ben 16 chili.

2. Alcuni dei film da cui Yorgos Lanthimos ha tratto ispirazione per “La favorita” sono: “Possession” (1981), “L'uomo che bruciava i cadaveri” (1969), “Cries & Whispers” (1972), “Amadeus” (1984) e “I misteri del giardino di Compton House”(1982).

3. Inizialmente, il ruolo di Sarah Churchill era stato proposto a Kate Winslet, ma l’attrice aveva già altri impegni cinematografici e così la parte è andata a Rachel Weisz.

4. Lo scenario del film prende spunto da una storia vera, ambientata nel mondo della regina Anna, l’ultima e storicamente meno nota discendente della casa regnante britannica degli Stuart. Anche se la sovrana soffriva di gotta, era timida e non godeva di particolare considerazione, durante il suo regno la Gran Bretagna si affermò come potenza globale.

5. La Stone, la Colman e la Weisz hanno trascorso insieme tre settimane, prima dell’inizio della produzione. Durante questo periodo, voluto dal regista, tra le protagoniste è nata una grande amicizia che le ha aiutate tantissimo ad entrare nei rispettivi ruoli.