Nel 1978 è diventata una star mondiale grazie al ruolo di Sandy Olsson nel musical “Grease”, con John Travolta nei panni di Danny Zuko. Olivia Newton-John compie 70 anni il 26 settembre e anche se sarà ricordata per sempre per l’iconico personaggio della pellicola di Randal Kleiser, nella sua carriera ha girato 9 film e si è dedicata soprattutto alla musica, incidendo ben 26 album in studio e 5 live, oltre a svariate raccolte e partecipazioni a colonne sonore. Purtroppo, a più riprese, si è trovata a lottare contro un tumore che è tornato a colpirla per la terza volta nel settembre 2017 e che tuttora continua a darle filo da torcere.

I primi film e i successi musicali

L’attrice è nata a Cambridge, in Inghilterra, ma a soli 5 anni si trasferì in Australia con i suoi genitori e già al liceo fonda una band chiamata Soul Four. Dopo aver vinto un concorso per giovani talenti, va in Inghilterra e incide il singolo “Till you say be mine”, nel 1966, mentre tre anni dopo entra nella band Tomorrow. Nel frattempo, esordisce anche al cinema con il film “Funny Things Happen Down Under”(1965) di Joe McCormick. Dopo lo scioglimento dei Tomorrow, la Newton-John inizia a collaborare con i produttori Bruce Welch e John Farrar e prenderà parte a vari show tv e tour. Il 1974 è un anno molto ricco perchè arriva quarta all’Eurovision Song Contest con la canzone “Long Live Love” ed escono i singoli “If You Love Me” e “I Honestly Love You” che le regala due Grammy, il disco d’oro e la popolarità anche in USA.

Il clamore di “Grease” e della canzone “Physical”

Nel 1978, Randal Kleiser la vuole per il ruolo dell’australiana Sandy Olsson nel musical dei record “Grease”. Gli affianca John Travolta, nei panni del sexy Danny Zuko e le fa cantare pezzi cult come “Summer Nights”, “Hopelessly Devoted to You”e “You’re The One That I Want”. Tra le cinque nomination ai Golden Globe c’è anche la sua come Miglior attrice in un film commedia o musicale. Nello stesso anno, pubblica anche l’album “Totally Hot” che diventa un successo planetario. Nel 1980, è nel cast di un altro musical, “Xanadu”, diretto da Robert Greenwald, dove divide la scena con Gene Kelly, ma purtroppo si rivela un flop al botteghino. Poco importa perche', l’anno dopo, si dedica di nuovo alla musica incidendo l’abum e il singolo “Physical” che ottiene un seguito sbalorditivo, facendole vincere il Grammy come cantante pop dell’anno ma anche quello come Miglior video, Miglior singolo e Miglior artista.

I film di Natale e “Due come noi” con John Travolta

Dopo una partecipazione alla telenovela brasiliana “Jogo De Vida”(1981), torna al cinema con la commedia “Due come noi”, di John Herzfeld, dove recita sempre accanto a John Travolta. Nel 1985 sposa l’attore Matt Lattanzi e dalla loro unione nascerà la figlia Chloe-Rose e nel 1986 esce l’album “Soul Kiss”, suo ennesimo successo. Nel 1990 è la protagonista del filmtv Disney “Una mamma per Natale” ma nel 1992, mentre è nel pieno della promozione della raccolta “Back To Basics” le viene diagnosticato un cancro al seno. Dopo aver vinto la sua battaglia, nel 1994 torna in tv col film “Un papà per Natale” e due anni dopo nella pellicola “Un party per Nick” di Randal Kleiser. Nel 2000 parte in tour per gli USA mentre nel 2001 è al cinema col film “Sordid Lives”, diretto da Del Shores. La sua carriera musicale prosegue sempre a gonfie vele con gli album “Magic, the very best of”, “The Christmas Collection”, “2”, “Indigo, Women of Song”, “Stronger Than Before”, “Grace and Gratitude” e “Olivia live hits”.

L’episodio di “Glee” e la commedia “Tre uomini e una pecora”

Nel 2010, la Newton-John è la guest star del 17esimo episodio della serie “Glee” dove canta “Physical” in duetto con Sue Sylvester e nel 2011 prende parte all’esilarante commedia “Tre uomini e una pecora” di Stephan Elliott. Nel 2012 esce l’album “This Christmas” dove duetta con John Travolta e altre grandi star e due anni dopo è presenza fissa al Flamingo Las Vegas con lo show “Summer Nights”. Nel 2013 scopre di avere di nuovo un tumore che si era sviluppato, stavolta, dal seno fino alla spalla. Anche quella volta, però, ne uscì vincitrice.

Il duetto con la figlia Chloe e la terza battaglia contro il cancro

Nel 2015 duetta con la figlia Chloe nel brano “Have to believe” e porta a teatro lo show “Two Strong Hearts”, riscuotendo un enorme successo. Nel 2017, purtroppo, è costretta a sospendere il suo trionfale tour “Liv On” per sottoporsi di nuovo a chemioterapia. La cantante e attrice, infatti, ha dichiarato anche ultimamente che il cancro è tornato per la terza volta e l’ha quasi semiparalizzata. La Newton-John ha detto che oltre alla radioterapia fa uso anche di cannabis coltivata dal marito John Easterling nel loro ranch e non ha assolutamente voglia di arrendersi. Tanti auguri Olivia!