Il cinema non si ferma e trova modi alternativi per continuare ad intrattenere gli appassionati. Dopo la chiusura delle sale cinematografiche in seguito al coronavirus, provvedimento ormai esteso anche in America, a partire da New York e Los Angeles, alcune case di produzione e distribuzione hanno deciso di rendere disponibili i titoli che sarebbero dovuti uscire nelle sale in questo periodo. Dopo la NBC Universal è il momento della Sony che ha deciso di mettere on demand Bloodshot, l'ultimo film con Vin Diesel.

L'annuncio della Sony

Sebbene il film sia già stato lanciato nelle sale americane, la paura per il coronavirus e i successivi avvertimenti da parte del governo, hanno svuotato i cinema e la scarsa affluenza ha contribuito a registrare un clamoroso calo del box office, come non accadeva da circa vent'anni. Probabilmente anche per questa ragione, la Sony ha preso la decisione di rendere disponibile on demand una della ultime fatiche cinematografiche di Vin Diesel, e a partire da martedì 24 marzo Bloodshot sarà disponibile on demand, come annuncia anche Tom Rothman, presidente della Sony, riportato anche dalla testata The Hollywood Reporter:

La Sony Pictures è fermamente impegnata nella distribuzione cinematografica e sostiene le sale. Questa è una circostanza unica e estremamente rara in cui i cinema sono costretti a chiudere a livello nazionale per un bene superiore, e Bloodshot non è più disponibile. Ora il pubblico avrà la possibilità di avere Bloodshot immediatamente, di vederlo a casa, dove siamo tutti trascorrendo più tempo. Siamo certi che, come altre aziende colpite duramente dal virus, i cinema riprenderanno con forza e noi saremo lì per sostenerli.

Slitta l'uscita di Fast and Furios 9

Mentre Bloodshot è pronto per essere noleggiato, almeno in America, ma si attendono informazioni dalla casa di produzione per l'estendersi dell'iniziativa, un altra pellicola che ha come protagonista Vin Diesel, ovvero Fast and Furious 9 uscirà direttamente ad aprile 2021, sebbene fosse previsto l'arrivo nei cinema a maggio di quest'anno.