E’ uno dei registi più premiati e apprezzati dalla critica degli ultimi anni. Edoardo De Angelis ha conquistato anche il pubblico con appena 4 film e, soprattutto, con “Indivisibili”, uscito nel 2016, e capace di portare a casa 6 David di Donatello, 6 Nastri d’Argento, 1 Globo d’oro e diversi altri riconoscimenti. Il 31 agosto compie 40 anni e per festeggiarli alla grande ha girato un altro film, “Il vizio della speranza”, che uscirà il prossimo novembre.

I primi cortometraggi

De Angelis è nato a Napoli ma è cresciuto tra Portici e Caserta. Apprezzato giocatore di pallanuoto, si è fatto travolgere dalla passione per il cinema a 19 anni e ha iniziato a girare dei cortometraggi – “Okappa e Kappao”(2000), “Lo Scambio”(2001), “Mors Tua”(2002), “Quanta donna vuoi”(2004) – fino a diplomarsi in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia. Il suo cortometraggio “Mistero e passione di Gino Pacino”(2008) gli fa vincere il premio della critica al Küstendorf Film and Music Festival diretto da Emir Kusturica, il quale gli darà una mano a girare il suo primo film.

“Mozzarella Stories” e “Perez.”

Dopo il corto “Fisico da spiaggia”(2009), il sogno si realizza nel 2011, quando sul grande schermo arriva “Mozzarella Stories”, primo lungometraggio di De Angelis con protagonisti Luca Zingaretti, Giampaolo Fabrizio, Luisa Ranieri e Massimiliano Gallo. La critica è entusiasta e anche il pubblico apprezza apprezza il suo stile. Nel 2014, il regista fonda anche la società O’Groove con l’amico Pierpaolo Verga e gira il suo secondo film, “Perez.”, che verrà presentato al Festival di Venezia. Il film regalerà a Zingaretti un Globo d’oro e il Premio Hamilton come Miglior attore protagonista e a Simona Tabasco il Premio Guglielmo Biraghi.

Il clamoroso successo di “Indivisibili”

Nel 2016, De Angelis firma l’episodio “Magnifico Shock” del film “Vieni a vivere a Napoli” e, nello stesso anno, esce quello che è considerato, finora, il suo più grande successo, “Indivisibili”. La pellicola, presentata al Festival di Venezia, nell’ambito delle Giornate degli Autori – Venice Days, vince una valanga di premi tra cui il Premio Pasinetti come Miglior film e Menzione speciale alle gemelle esordienti Angela e Marianna Fontana; il Premio FICE e FEDIC e poi 6 David di Donatello, 5 Nastri d’Argenti, il Premio Biraghi alle gemelle protagoniste, 8 Ciak d’Oro e il Globo d’Oro alla colonna sonora di Enzo Avitabile. Un trionfo.

Il nuovo film “Il vizio della speranza”

De Angelis ha sposato l’attrice Pina Turco dalla quale ha avuto il figlio Giorgio e, per festeggiare alla grande i suoi 40 anni, tornerà nelle sale il prossimo 22 novembre col suo nuovo film, intitolato “Il vizio della speranza”. La pellicola, che vede nel cast la sua compagna Pina Turco, Massimiliano Rossi, Marina Confalone, Cristina Donadio e Marcello Romolo, segue il corso di un fiume, lungo il quale scorre il tempo di Maria, sguardo dritto, cappuccio sulla testa e passo risoluto. Un’esistenza trascorsa un giorno alla volta, senza sogni né desideri, a prendersi cura di sua madre e al servizio di una madame ingioiellata. Insieme al suo pitbull dagli occhi coraggiosi Maria traghetta sul fiume donne incinte, in quello che sembra un purgatorio senza fine. È proprio a questa donna che la speranza un giorno tornerà a far visita, nella sua forma più ancestrale e potente, miracolosa come la vita stessa. Non ci resta che aspettare.