Potrebbero essere fratelli (nonostante la differenza d’età) Marco D’Amore e Luca Zingaretti: lineamenti duri ed espressioni malleabili, spalle larghe e presenza scenica virile. Entrambi hanno trovato la grande notorietà in televisione e ora Edoardo De Angelis (Mozzarella stories) li ha contrapposti in un film, intitolato Perez., di prossima uscita. Palestratissimi dalle serie tv (ognuno dei due ha sulle spalle ore ed ore di set passate ad interpretare il medesimo personaggio, chi nel veterano commissario Montalbano, chi nella recente serie tv di successo Gomorra) hanno approcci diversi al cinema, dovuti anche al vivere momenti differenti della propria vita professionale. Una cosa di certo li mette d’accordo: che si tratti di serie o film, cambia poco, il lavoro dell’attore rimane lo stesso. Alle Giornate professionali di Riccione (evento in cui le distribuzioni presentano i film della prossima stagione ad una folla di esercenti e un po’ di stampa) li abbiamo incontrati. Di Perez. esiste solo un trailer (molto duro) e loro, benché non gli piaccia parlarne, sembrano proprio Montalbano e Ciro, uno interpreta un avvocato, uomo di legge integerrimo, e l’altro è un criminale che frequenta la figlia di lui e che gli creerà non pochi problemi.

Trama e cast del film Perez.

“Perez.” è un avvocato d'ufficio, fregato dalla sua stessa paura nel diventare un grande uomo di legge. Il suo perenne accontentarsi, seppur in una palese mediocrità, ha rappresentato sempre un mero “riparo dall'infelicità”, ma un inaspettato imprevisto gli farà cambiare radicalmente convinzioni. D'un tratto, nel disperato tentativo di difendere sua figlia, Perez violerà tutte le leggi possibili e senza farsene scrupolo. Perez è un personaggio bergsoniano che prende vita grazie al grande Luca Zingaretti (l'attore dichiara: “è il ruolo più difficile che abbia mai interpretato”) e che ha come rivale l'ambiguo Corvino, Marco d’Amore, attore affermatosi di recente con la serie tv Sky dal titolo Gomorra; sua figlia Tea è invece interpretata dalla bellissima attrice esordiente Simona Tabasco, il suo unico amico, con cui litiga sempre, è Merolla, Gianpaolo Fabrizio, mentre il machiavellico Buglione è interpretato da Massimiliano Gallo.

Sullo sfondo la Napoli inedita, metallica del Centro Direzionale: un quartiere di grattacieli progettati da grandi architetti che oggi si rivela una promessa mancata di progresso e prosperità, proprio come Perez. Opera seconda di Edoardo De Angelis (Mozzarella Stories), il regista italiano amato da Kusturica, scritta con Filippo Gravino (Una vita tranquilla), il film è prodotto da Attilio De Razza, Pierpaolo Verga, Edoardo De Angelis e lo stesso Luca Zingaretti, per la prima volta anche produttore, in collaborazione con Medusa che lo distribuirà anche in sala.

Il teaser trailer del film Perez.