Grandissime trasformazioni del cinema. La storia pone come primo assoluto della storia recente il grandissimo Christian Bale, valido elemento che come pochi ha saputo trasformare il suo corpo portandolo da un eccesso all'altro. Lui che è riuscito a passare da 53 kg a 93 kg nel giro di 6 film, spesso ha anche rischiato problemi di salute al punto da aver deciso di fermarsi con i cambiamenti drastici subito dopo "American Hustle" per interpretare il personaggio di Irving Rosenfeld. Un altro che non scherza in fatto di ruoli estremi è sicuramente Jared Leto, protagonista degli Oscar 2014 per il suo ruolo in "Dallas Buyers Club", dove ha dato vita al travestito Rayon. Sei anni prima è stato Mark David Chapman, l'assassino di John Lennon in "Chapter 27", ruolo che lo ha visto prendere 30 kg.

Tra le donne spiccano Charlize Theron e Hillary Swank. La prima, miglior attrice protagonista nel 2004 per "Monster", una trasformazione fisica impressionante. Charlize è irriconoscibile nel ruolo di Aileen, ingrassata di 15 chili, peggiorando il suo aspetto anche usando un trucco speciale. Hillary Swank, invece, transgender nel 1999 in "Boys don't Cry", basato su un reale fatto di cronaca. Impersonava Teena Brandon, nata biologicamente donna che cambiò il proprio nome in Brandon Teena. Sette anni più tardi sarebbe stata magnifica femme fatale in "Black Dahlia".

Eric Bana affrontò nel 2000 il suo primo grande ruolo drammatico con "Chopper", dando vita ad una performance straordinaria, ingrassando parecchi chili nel corso della produzione, come esigenze di copione richiedevano. Ha interpretato il ruolo del criminale Mark Brandon "Chopper" Read, entrato in carcere ancora minorenne, che ha passato un'esistenza tra alcool, droga e violenza. Sarà un altro attore quello che apprezzeremo quattro anni più tardi in "Troy", nel ruolo di Ettore.