3 CONDIVISIONI

Carlo Vanzina torna alla commedia con EX- Amici come prima [la recensione]

La trama, come nel prequel del 2009, segue diverse storie che si rincorrono con il tema del tradimento e dell’abbandono.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Ciro Brandi
3 CONDIVISIONI
Presentazione del film Ex amici come prima

La pellicola è il sequel di “EX” diretto da Fausto Brizzi nel 2009. Stavolta dietro alla macchina da presa c’è Carlo Vanzina, presente anche come co-sceneggiatore.

La trama, come nel film precedente, segue diverse storie che si rincorrono con il tema del tradimento e dell’abbandono. Antonio (Vincenzo Salemme), uomo napoletano ex farmacista eletto eurodeputato al Parlamento Europeo inizia una relazione platonica con Olga (Natasha Stefanenko), una donna conosciuta in un albergo di Monaco di Baviera che poi scopre essere il primo ministro di un paese Baltico, quale la Lettonia. Max (Alessandro Gassman), architetto romano si innamora di Sandra (Anna Foglietta), la quale, senza saperlo, è l’avvocato che cura il divorzio dalla sua ex moglie, mentre Marco (Enrico Brignano) appena sposato con Floriana (Teresa Mannino) incontra nuovamente Consuelo (Liz Solari), donna spagnola, sua vecchia fiamma mai sopita. Fabio (Ricky Memphis), tradito e lasciato con un sms dalla sua ex fidanzata, spinto più volte a suicidarsi. Infine, Paolo (Paolo Ruffini), un ragazzo che lavora nella stessa azienda di Fabio rincorre le ragazze appena mollate perchè sono più facili da conquistare.

Dopo il clamoroso (e meritato) flop del sequel “Sotto il vestito niente”, Carlo Vanzina torna alla commedia made in Italy, terreno a lui più congeniale. Anche se i temi sono alquanto usurati (amanti, coppie infelici, tradimenti) e alcune scene già viste, la pellicola non trascende nella comicità becera dei cinepanettoni, ma è ben più elaborata e ben fatta.

Grazie alla bravura di alcuni membri del cast (Salemme, Gassman e Brignano su tutti), le due ore trascorrono senza intoppi e divertendosi. Ci sono situazioni in cui è facile magari riconoscersi, oppure scene talmente paradossali da far riderequasi “per forza”. In un periodo in cui la commedia italiana continua a sfornare film che non fanno assolutamente ridere (vedi “Baciato dalla Fortuna”, “Box Office 3D”) o, peggio ancora, talmente ridicoli da far pensare che nemmeno in tv funzionerebbero, questo “EX – Amici come prima!” è un faro nella notte.

Come non leggere un messaggio intrinseco riferito alla situazione politica attuale nel ruolo di Salemme? Sarebbe ipocrita, ma tuttavia il regista non indugia molto su questo punto, sorvolando ampiamente sull’argomento. La commedia è quindi un mix di sentimento, comicità e bravura attoriale e, con nostra immensa sorpresa, si ride (e si pensa) veramente, senza troppe pretese.

Voto: 6

3 CONDIVISIONI
Anche se è amore non si vede, la nuova commedia di Ficarra e Picone [La recensione]
Anche se è amore non si vede, la nuova commedia di Ficarra e Picone [La recensione]
Alessandra Amoroso torna ad Amici: competizione tra gli ex vincitori
Alessandra Amoroso torna ad Amici: competizione tra gli ex vincitori
Azione, commedia e dramma in Super [la recensione]
Azione, commedia e dramma in Super [la recensione]
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views