5 Giugno 2015
19:04

Chris Pratt: “Quando ero sovrappeso stavo male, ero impotente e depresso”

L’attore racconta in un’intervista a “Men’s Health” quanto siano stati difficili i tempi in cui era sovrappeso: “Mi sentivo depresso e affaticato, ho avuto problemi di salute”. Oggi, dopo “Guardiani della Galassia” e in attesa di “Jurassic World”, è una star richiestissima e un sex symbol.
A cura di Valeria Morini

La straordinaria metamorfosi di Chris Pratt da attore sovrappeso, goffo e inevitabilmente destinato a ruoli da caratterista in fascinoso sex symbol dal fisico perfetto fa ormai parte della storia di Hollywood. Dopo aver incarnato lo scanzonato ma sexy Star Lord in "Guardiani della Galassia", oggi Pratt è una delle star più richieste dell'universo cinematografico, tanto che a brevissimo sarà il protagonista di "Jurassic World" (in sala dal 18 giugno). Protagonista della prossima cover di "Men's Health", edizione britannica, l'attore ha spiegato quanto il suo percorso verso il raggiungimento della forma fisica sia stato difficile, spesso doloroso.

A lanciare Pratt è stata la sitcom "Parks and Recreations", in cui ha vestito il ruolo del grassoccio Andy Dwier. Nel 2011, è dimagrito per recitare in "L'arte di vincere", ma è stato costretto a rimettere su vari chili subito dopo, per continuare a recitare nella serie tv e nel film "Delivery Man". Pratt ha raccontato di essere arrivato a ingurgitare tre o quattro cheeseburger per volta, per poi tornare di nuovo a un peso forma più regolare in "Zero Dark Thirty", la pellicola sulla cattura di Bin Laden in cui interpretava un ufficiale dei Navy Seals. Sottoporre il fisico a un cambiamento continuo lo ha però reso depresso e affaticato.

Continuavo ad andare avanti e indietro. Ho perso peso per " L'arte di vincere", poi sono ingrassato di nuovo, quindi sono calato per "Zero Dark Thirty", e ancora ho ripreso tutti quei chili per interpretare Andy. È stato allora che mi sono visto in "Zero Dark Thirty" e subito mi sono detto: "Devo rimettermi in forma, non voglio essere mai più grasso". Mi sentivo impotente, affaticato, emotivamente depresso. Ho avuto a che fare con veri problemi di salute che mi stavano provocando seri danni. È una cosa che fa male al cuore, alla pelle, al fisico, allo spirito.

Arrivato a pesare 130 chili, l'attore ha quindi deciso di dire basta e sottoporsi a una dieta drastica, perdendo. Ora, è non solo la star del momento (presto nel remake di "I magnifici 7" e in "Guardiani della galassia 2"), ma anche un'icona di fascino virile, desiderato dalle donne di tutto il mondo. Non che Chris abbia mai avuto problemi sul fronte sentimentale: dal 2009 è felicemente sposato con la collega Anna Faris e forma con lei una delle coppie più belle del mondo di Hollywood.

Chris Pratt elogia la moglie che gli ha dato "una figlia sana", il web lo attacca
Chris Pratt elogia la moglie che gli ha dato "una figlia sana", il web lo attacca
Han Solo da Star Wars a un film tutto suo: Chris Pratt e Aaron Paul in lizza per il ruolo
Han Solo da Star Wars a un film tutto suo: Chris Pratt e Aaron Paul in lizza per il ruolo
Channing Tatum e Chris Pratt pronti per un Ghostbusters al maschile
Channing Tatum e Chris Pratt pronti per un Ghostbusters al maschile
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni