Nel 2012, Alessandro Genovesi sbarcava al cinema con “Il peggior Natale della mia vita”, sequel del blockbuster “La peggior settimana della mia vita”(2011). Ambientato a pochi giorni dal Natale, i protagonisti sono Giorgio (Antonio Catania), sua moglie Clara (Anna Bonaiuto) e la figlia Margherita (Cristiana Capotondi) sono stati invitati a passare le vacanze nel fantastico castello di Alberto (Diego Abatantuono), alle pendici del Monte Rosa. Lo stralunato Paolo (Fabio De Luigi), marito di Margherita li raggiungerà successivamente. Alberto è un uomo che ha sconfitto una grave malattia e adesso vuole godersi la vita nella sua bellissima dimora e quindi pensa di lasciare a Giorgio, il comando dell’azienda. Intanto Margherita è al nono mese di gravidanza e ha deciso di partorire in acqua e ha obbligato Paolo a ritirare una piscina portatile da usare in caso di necessità. Al castello c’è anche la figlia di Alberto, Benedetta (Laura Chiatti), anche lei incinta e amica di vecchia data di Margherita. Paolo, appena arrivato, inizia a combinare un guaio dopo l’altro: a causa di un malinteso, tutti credono che Alberto sia morto per colpa di Paolo. Clara si trova ad organizzare una veglia funebre che si trasforma, però, in una festa molto particolare, con una sorpresa in più: il suo bimbo ha deciso di nascere proprio in quel momento. Il film ha avuto un enorme successo, ma ci sono 5 cose che dovete ancora sapere.

1. Il meraviglioso Castel Savoia

La maggior parte delle scene della pellicola sono state girate a Gressoney (Valle d’Aosta), presso la meravigliosa villa dell’800, Castel Savoia, residenza estiva della Regina Margherita.

2. Andrea Mingardi, autore delle musiche e attore

Nel film, c’è anche il cantautore Andrea Mingardi che, oltre ad essersi occupato della colonna sonora del film – contenente cover di classici brani natalizi – ha anche il ruolo del padre di Fabio De Luigi, Dino.

3. Rachele Amenta, da “Io Canto” alla commedia

Ne “Il peggior Natale della mia vita” fa il suo debutto sul grande schermo anche la giovane cantante Rachele Amenta, diventata nota al grande pubblico grazie alle ultime due edizioni del programma di Canale 5, “Io Canto”. Nel film, ha il ruolo di Rachele, presunta figlia di Andrea Mingardi/Dino, con la passione per Aretha Franklyn.

4. Il cameo da cadavere di Alessandro Genovesi

Il regista Alessandro Genovesi, anche stavolta, si riserva un cameo nella pellicola. Infatti, è il cadavere sul lettino che si vede nel retro delle pompe funebri. Ne “La peggior settimana della mia vita”, invece, era un prete.

5. Gli incassi delle due commedie a confronto

“La peggior settimana della mia vita”(2011) ha incassato circa 9.6 milioni di euro mentre “Il peggior Natale della mia vita” ne ha incassati complessivamente circa 7.8.