Matt Brown è il regista de “L’uomo che vide l’infinito”, pellicola uscita nel 2016 e basata sulla biografia di Robert Kanigel, “L'uomo che vide l'infinito – La vita breve di Srinivasa Ramanujan, genio della matematica”, scritta nel 1991. Il film racconta proprio la storia di questo straordinario uomo  – interpretato da Dev Patel – che, dopo essere cresciuto in povertà in India viene ammesso all'Università di Cambridge, durante il Primo conflitto mondiale, e lì diventerà un vero e proprio rivoluzionario delle teorie matematiche, aiutato dal suo professore G.H. Hardy (Jeremy Irons). La pellicola è sensazionale e avvincente dal primo minuto, ma ci sono 5 curiosità che dovete sapere.

1. Il protagonista doveva essere R. Madhavan

Inizialmente, per il ruolo del protagonista i produttori avevano ingaggiato R. Madhavan, divo indiano che ha già girato più di 50 film e decine di serie tv in patria. Successivamente, però, hanno deciso che per la parte di Srinivasa Ramanujan c’era bisogno di un attore che fosse più noto a livello mondiale. Così hanno optato per Dev Patel, già protagonista del pluripremiato “The Millionaire”(2008) e “Marigold Hotel”(2011).

2. Due grandi matematici tra i produttori

Tra i produttori del film, ci sono i matematici Manjul Bhargava e Ken Ono, entrambi noti per il loro contributo sulla teoria dei numeri e grandi estimatori e studiosi di Srinivasa Ramanujan.

3. Il riferimento a Ramanujan in “Will Hunting – Genio ribelle”

Nel film “Will Hunting – Genio ribelle”( 1997), di Gus Van Sant, quando Stellan Skarsgård sta cercando di convincere Robin Williams di prendere sotto la sua ala il protagonista Matt Damon, paragona le sue straordinarie abilità proprio a quelle di Srinivasa Ramanujan.

4. Le vere parole di G.H. Hardy

Molte battute di Jeremy Irons, che nel film interpreta il ruolo del professore londinese G.H. Hardy, in particolare il monologo di apertura e gli elogi a Ramanujan, sono stati riportati parola per parola dai suoi stessi scritti.

5. Il vero Ramanujan si sposò a 10 anni e morì a 32

Ramanujan sposò Janaki – interpretata da Devika Bhise – nel luglio del 1909 quando aveva solo 10 anni. Janaki rimase nella sua casa materna fino all'età di dodici anni, poi si trasferirono a Madras. Ramanujan morì nel 1920 all'età di 32 anni. Sua moglie Janaki morì nel 1994 all'età di 95 anni. Com’era consuetudine, la donna non si risposò mai dopo la sua morte.