Il romano Matteo Garrone torna al Festival di Cannes dopo il successo di “Gomorra”(2008) e “Reality”(2012), entrambi vincitori del Grand Prix Speciale della Giuria. In occasione della 71esima edizione, in programma dall’8 al 19 maggio, il regista porterà in concorso “Dogman”, pellicola che s’ispira agli eventi del Canaro della Magliana, un atroce fatto di cronaca accaduto nel 1988, ma che non intende in alcun modo ricostruirlo. Il film, infatti, racconta la storia di Marcello (Marcello Fonte), esile e mite proprietario di un negozio per cani che, dopo aver sopportato a lungo la sudditanza e le vessazioni dell’ex pugile Simoncino (Edoardo Pesce), decide di mettere in atto una terribile vendetta.

Garrone ha scritto anche la sceneggiatura, in collaborazione con Ugo Chiti e Massimo Gaudioso mentre la fotografia è stata affidata a Nicolaj Bruel e le scenografie a Dimitri Capuani. Nel cast, oltre ai due fenomenali protagonisti, ci sono anche Nunzia Schiano, Adamo Dionisi e Gianluca Gobbi. Dopo la presentazione sulla Croisette, “Dogman” sarà nelle sale a partire dal prossimo 19 maggio.

La trama

In una periferia sospesa tra metropoli e natura selvaggia, dove l'unica legge sembra essere quella del più forte, Marcello è un uomo piccolo e mite che divide le sue giornate tra il lavoro nel suo modesto salone di toelettatura per cani, l'amore per la figlia Sofia, e un ambiguo rapporto di sudditanza con Simoncino, un ex pugile che terrorizza l'intero quartiere. Dopo l'ennesima sopraffazione, deciso a riaffermare la propria dignità, Marcello immaginerà una vendetta dall'esito inaspettato.

Il cast

Gli attori che compongono il cast sono: Marcello Fonte (Marcello), Edoardo Pesce (Simoncino), Nunzia Schiano, Adamo Dionisi, Francesco Acquaroli, Alida Calabria e Gianluca Gobbi.

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. Garrone ha dichiarato che ha iniziato a lavorare alla sceneggiatura del film ben 12 anni fa. Nel corso del tempo, l'ha ripresa in mano tante volte, cercando di adattarla ai suoi cambiamenti e, solo un anno fa, l'incontro con Marcello Fonte, con la sua umanità, ha chiarito dentro di lui come affrontare una materia così cupa e violenta, e il personaggio che volevo raccontare: un uomo che, nel tentativo di riscattarsi dopo una vita di umiliazioni, si illude di aver liberato non solo se stesso, ma anche il proprio quartiere e forse persino il mondo. Che invece rimane sempre uguale, e quasi indifferente

2. Marcello Fonte ha iniziato la sua carriera con il film di Alice Rohrwacher “Corpo celeste”, del 2011, dove aveva un piccolo ruolo. L’attore debutta poi alla regia con “Asino vola”(2015), di cui è anche sceneggiatore e interprete e nel 2016 lo abbiamo visto nella miniserie “La mafia uccide solo d’estate”. Attualmente, è nelle sale con il film “Io sono Tempesta”, accanto a Marco Giallini ed Elio Germano, dove recita nei panni de “Il Greco”.

3. “Dogman” è il nono lungometraggio da regista di Matteo Garrone.