23 CONDIVISIONI

Ettore Scola prepara un film su Fellini

S’intitolerà “Che strano chiamarsi Federico!” e sarà un ritratto del grande maestro del cinema italiano, scomparso nel 1993, ma sempre presente nei ricordi degli italiani grazie alle sue opere immortali.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Ciro Brandi
23 CONDIVISIONI
Fellini

Il maestro Scola è al lavoro su una nuova pellicola a cui tiene moltissimo e che s’intitolerà “Che strano chiamarsi Federico!”. Il film sarà un ritratto di un altro maestro del cinema italiano, Federico Fellini, e arriverà a vent’anni dalla sua morte. Lo ha reso noto lo stesso Scola durante il Bif&est, il Bari International Film Festival, aggiungendo che la pellicola racconterà tutta la ricchezza del cinema felliniano visto dagli occhi di un suo caro amico ed ammiratore. Sarà un collage di momenti e ricordi sparsi, fatto di immagini di repertorio e altre più recenti, girate nel 1993, scelte dagli archivi delle Teche Rai e dell’Istituto Luce. Scola e Fellini, infatti, si sono conosciuti nei primi anni ’50 al giornale “Marc’Aurelio” e da allora sono stati sempre in contatto, anche tramite amici in comune come Mino Maccari, Alberto Sordi, Marcello Mastroianni, cementando così un rapporto che li portava persino in visita sui set dei rispettivi film a Cinecittà. Per adesso non è stata resa nota la data d’uscita. Sappiamo che la sceneggiatura sarà curata da Ettore, Paola e Silvia Scola, la fotografia da Luciano Tovoli, la scenografia da Luciano Ricceri e le musiche da Andrea Guerra. Vi terremo, comunque, aggiornati su questo grande e importante progetto.

23 CONDIVISIONI
Ettore Scola: "Fellini era come Pinocchio"
Ettore Scola: "Fellini era come Pinocchio"
Ettore Scola presenta il Bari Film Festival e fa appello alla cultura
Ettore Scola presenta il Bari Film Festival e fa appello alla cultura
8 1/2 - il trailer del capolavoro di Federico Fellini
8 1/2 - il trailer del capolavoro di Federico Fellini
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views