26 CONDIVISIONI

“Ghostbusters 3” confermato, alla regia Paul Feig e cast tutto al femminile

Il regista ha confermato le voci che da tempo si rincorrevano in rete, pubblicando un messaggio esplicito sul suo account Twitter e rivelando alcuni dettagli sul progetto che faranno la felicità dei milioni di fan degli indimenticati Acchiappafantasmi.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Ciro Brandi
26 CONDIVISIONI
Immagine

Ve ne parlavamo pochi giorni fa, ma adesso le voci sono state confermate: “Ghostbusters 3” si farà, il regista sarà Paul Feig (“Le amiche della sposa”) e il cast sarà tutto al femminile, come anticipato dall’attore Bill Murray, grande protagonista del primo film. Una notizia che è stata confermata dallo stesso regista sul suo account Twitter, ma ripreso dai più importanti siti del mondo, dove Feig ha rilasciato succosi dettagli in merito al progetto. La notizia arriva a 30 anni di distanza dal primo capitolo, amatissimo blockbuster che continua a mietere successo ogni volta che viene trasmesso in tv, e Feig lo sa bene. Il regista, infatti, ha assoldato la sua sceneggiatrice di fiducia Kate Dippold, già autrice dello script del film “Corpi da reato” (“The Heat”), del 2013, diretto da Feig, per fare le cose in grande e non deludere i fan. Non sappiamo, però, almeno per ora, se si tratterà di un reboot, un sequel o di una storia originale, ma ai Ghostbusters-maniaci è bastato il messaggio di Feig su Twitter per mandarli in visibilio:

Immagine

E’ ufficiale. Sto lavorando a un nuovo film sugli Acchiappafantasmi e lo scriverò con Katie Dippold e sì, nel cast ci saranno donne simpaticissime. Ecco chi chiamerò.

I rumors sulle attrici protagoniste e le curiosità svelate da Feig

Ivan Reitman, se ben ricordate, era stato contattato per dirigere il film, ma dopo la morte di Harold ramis, non ha voluto accettare l’incarico e rimarrà alla produzione. In realtà, anche Feig era titubante, come ha spiegato in una lunga intervista ad Entertainment Weekly:

Alcuni mesi, sono stato contattato dalla Sony e da Ivan Reitman mi hanno mentre ero a Budapest a lavorare al mio nuovo film, “Spy”. Non sapevo se volevo dirigere “Ghostbusters” perché i primi due sono grandi classici. E poi… raccogliere le redini di un simile progetto dopo la morte di Harold… Un giorno, però, ho pranzato con Amy Pascal della Sony, era abbattuta perché nessuno voleva fare questo film e ci ho pensato per parecchi giorni. È brutto lasciare che il franchise finisca così. Voglio vederne un altro. E siccome adoro lavorare con donne divertenti, ho pensato di fare un film così. Inoltre, il nostro mondo non sarà lo stesso dei film originali. La prima volta è andata così bene, perché rifarlo? I protagonisti devono vivere nel mondo attuale, un mondo nel quale si parla di fantasmi, ma sono tutti poco credibili.

Feig ha anche dichiarato che non cambierà di molto il look dei Ghostbusters originali e che ha letto con curiosità ed interesse l’intervista di Bill Murray in cui l’attore faceva il nome delle sue protagoniste ideali – Melissa McCarthy, Linda Cardinelli e Emma Stone – ma non si è ancora sbottonato sulle sue scelte. Il regista ha detto che, qualora qualche protagonista del primo film volesse prendere parte al suo progetto, sarebbe il benvenuto. Beh, che dire, la pellicola prende finalmente forma e noi vi terremo aggiornati sui successivi sviluppi.

26 CONDIVISIONI
Per "Ghostbuster 3" si pensa ad un cast tutto al femminile
Per "Ghostbuster 3" si pensa ad un cast tutto al femminile
Ghostbusters, annunciato il cast tutto al femminile
Ghostbusters, annunciato il cast tutto al femminile
Winston contesta Ghostbusters al femminile: "Perché escludere i vecchi protagonisti?"
Winston contesta Ghostbusters al femminile: "Perché escludere i vecchi protagonisti?"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views