Il regista Alfonso Cuarón torna nelle sale dopo 6 anni dal suo ultimo film, “I figli degli uomini”. Il ritorno è in grande stile dato che il messicano ha chiamato alla sua corte due star d’eccezione come George Clooney e Sandra Bullock. La coppia di divi sarà protagonista di uno sci-fi ansiogeno e molto ambizioso, intitolato semplicemente “Gravity”. Il progetto, in realtà, è nato molti anni prima della sua realizzazione, infatti Cuarón ha scritto la sceneggiatura, insieme al figlio Jonás, per la Universal Pictures, ma il progetto è stato poi accantonato per vari problemi legati al budget. Successivamente lo script è stato acquistato, esattamente nel 2010, dalla Warner Bros. che ha predisposto un budget di circa 80 milioni di dollari, rendendo possibile, quindi, la realizzazione di effetti speciali sensazionali – affidati alla Framestore – e il massiccio uso di CGI. Il film arriverà nelle nostre sale a partire dal 3 ottobre prossimo, ma la curiosità cresce sempre di più.

La trama

La dottoressa Ryan Stone è un geniale ingegnere medico alla sua prima missione sullo shuttle assieme all’astronauta esperto Matt Kowalsky  al comando del suo ultimo volo prima di ritirarsi. Ma quella che sembrava un’operazione abitudinaria, diventa una vera e propria tragedia. La navicella viene distrutta da una pioggia di meteoriti, lasciando la Stone e Kovalsky completamente soli nello spazio. I due perdono qualsiasi contatto con la Terra, la paura prende il sopravvento e il panico fa diminuire inesorabilmente l’ossigeno a loro disposizione. La morte sembra l’unica salvezza.

Il cast

Sandra Bullock è nei panni della Dottoressa  Stone. La pluripremiata attrice ha desiderato fortemente il ruolo, molto lontano da quelli interpretati ultimamente, vedi “The Blind Side”, “Molto forte, incredibilmente vicino” e “Corpi da reato”. Per George Clooney, che interpreta il ruolo di Matt Kowalsky, è una vera boccata d’aria dopo il successo di “Paradiso amaro” e “Le Idi di Marzo” e, anche per lui, si tratta di una parte assolutamente nuova. I due sono praticamente gli unici due veri protagonisti del film di  Cuarón. Gli altri due attori sono Basher Savage (Capitano della stazione spaziale) e Eric Michels (Ufficiale della NASA).