20 CONDIVISIONI

L’Educazione Siberiana dei “criminali onesti” di Gabriele Salvatores

Il regista italiano torna nelle sale con un film che racconta degli Urka Siberiani, criminali “onesti” che vivono seguendo alcune dure e ferree regole della loro comunità. Il protagonista è uno strepitoso John Malkovich.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Ciro Brandi
20 CONDIVISIONI
Educazione Siberiana klk

Gabriele Salvatores dirige questo straordinario film drammatico tratto dall’omonimo romanzo autobiografico di Nicolai Lilin, del 1980. Il film, il primo del regista girato completamente in Lituani e in lingua inglese, è stato presentato al Courmayer Noir In Festival il dicembre scorso e ha riscosso un buon successo. Salvatores ha scritto la sceneggiatura con Stefano Rulli e Sandro Petraglia ma il fatto curioso è che proprio Lilin ha voluto che fosse lui a dirigere la trasposizione cinematografica della sua opera, dopo aver visto “Mediterraneo”. Dal canto suo, Il regista ha dichiarato, proprio a Courmayer, che da “Educazione Siberiana” ha imparato tantissimo, sottolineando che non si tratta di un film politico asettico e pesante, ma incentrato sulle regole ferree – e talvolta assurde – che hanno dominato la città nella quale è cresciuto lo stesso scrittore. Un mondo, quindi, lontanissimo dal suo, ma che ha saputo trasporre con passione e maestria per il grande schermo

La trama

Educazione Siberiana tyu

La vicenda è ambientata in Transnistria, una regione della Moldavia occidentale e si svolge in un arco di tempo di dieci anni, dal 1985 al 1995. Con la caduta del muri di Berlino, nel 1989 e tutto quello che ne consegue, nel 1990 anche la Moldavia si autoproclama indipendente, ma non è riconosciuta da nessuno Stato. In questa cittadina vive una comunità perseguitata dove valgono ancora le vecchie regole siberiane. Sono malavitosi chiamati Urka siberiani e si definiscono “criminali onesti”. Kuzy, nonno di Kolyma e Gagarin, cerca di educare i due nipoti nel rispetto delle tradizioni, ma il loro mondo si sta trasformando, il regime comunista è allo sbando più totale e s’impone sempre di più il libero mercato, quindi i due nipoti si troveranno coinvolti in cambiamenti esorbitanti tra il vecchio e nuovo mondo.

Il cast

Educazione Siberiana iop

L’immenso John Malkovich, che negli ultimi anni sta vivendo un periodo d’oro grazie ai ruoli in film come “Red”, “Transformers 3”, e recentemente in “Warm Bodies”, è stato fortemente voluto da Salvatores per il ruolo di Nonno Kuzja. A completare il cast troviamo: Arnas Fedaravicius (Kolyma), Villius Tumalavicius (Gagarin), Eleanor Tomlinson (Xenja), Jonas Trukanas (Mel), Vitalji Porsnev (Vitalic) e Peter Stormare.

20 CONDIVISIONI
Gabriele Salvatores: "Educazione Siberiana? L'ho fatto per il mio analista" (VIDEO)
Gabriele Salvatores: "Educazione Siberiana? L'ho fatto per il mio analista" (VIDEO)
Box office: Il Principe Abusivo resta in testa, poi Educazione siberiana
Box office: Il Principe Abusivo resta in testa, poi Educazione siberiana
CineMust – I film da non perdere in uscita il 28 febbraio
CineMust – I film da non perdere in uscita il 28 febbraio
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views