6 Settembre 2013
20:50

La regina Oprah Winfrey porta “The Butler” al top del box office statunitense

La regina dei talk-show televisivi americani è tornata al cinema, dopo 15 anni dall’ultima pellicola, con “The Butler”, di Lee Daniels, ed è stato un successo clamoroso. I siti di cinema più importanti non hanno dubbi: è lei uno l’elemento trainante che ha portato la pellicola al top del box office americano.
A cura di Ciro Brandi

La regina dei talk-show televisivi americani, nonché una delle donne più potenti dello showbiz mondiale, è tornata al cinema dopo 15 anni dall’ultima pellicola – il drammaBeloved” di Jonathan Demme – con “The Butler”, diretto da Lee Daniels (“The Paperboy”, “Precious”). La pellicola è l’adattamento cinematografico dell’articolo “A Butler Well Served by this Election”, del giornalista Wil Haygood e pubblicato sul “The Washington Post”. Daniels racconta la battaglia degli afro-americani per i diritti civili, narrando la vicenda di Cecil Gaines (interpretato dal premio Oscar Forest Whitaker), ispirata alla vita del vero maggiordomo della Casa Bianca, Eugene Allen, che restò lì per più di 30 anni e sotto otto Presidenti degli USA: Harry Truman, Dwight D. Eisenhower, John Fitzgerald Kennedy, Lyndon B. Johnson, Richard Nixon, Gerald Ford, Jimmy Carter e Ronald Reagan.

Oprah interpreta il ruolo di Gloria, moglie del famoso maggiordomo, una donna fortissima e “invisibile” allo stesso tempo, che teneva da parte i suoi desideri, ma che rappresenta  e testimonia tante donne del passato che sacrificavano se stesse per il marito e i figli. Tutti i siti più importanti di cinema più importanti del web sono stati concordi nell’indicare proprio la Winfrey come elemento trainante del successo clamoroso del film, riuscito ad incassare 9,3 milioni di dollari nel primo giorno di programmazione e quasi 30 nel weekend, battendo “Kick-Ass 2” e “jOBS”. Ovviamente, già si parla di candidatura agli Oscar 2014, evento per lei non nuovo, dato che, nel 1985, Oprah fu nominata come migliori attrice non protagonista per il film di debutto “Il colore viola”, diretto da Steven Spielberg. A proposito del successo di critica e pubblico di “The Butler”, la Winfrey ha dichiarato al Corriere della Sera quanto segue:

Il nostro è stato un lavoro d’amore e d’équipe, vissuto con il cuore e con la mente per l’importanza della materia, che attraversa, dalla segregazione a tante conquiste e vittorie degli afroamericani, tutta la cronaca del passato e del presente del nostro Paese. E lo dico perché io so che cosa è stato e che cosa è ancora il razzismo, l’ho vissuto sulla mia pelle.

La regina è sempre la regina, anche se non è più presente in tv come prima. Tuttavia, proprio pochi giorni fa è balzata agli onori delle cronache per un episodio di razzismo in una boutique svizzera dove una commessa le ha negato una borsa di Tom Ford del valore di 35.000 dollari, e non ci vuole molto a capire lo squallido perché. Tralasciando queste bassezze, purtroppo non esiste ancora una data d’uscita italiana di “The Butler”, ma siamo sicuri che potrebbe avere un buon successo anche nel nostro paese, dato che oltre ad Oprah, il cast è formato da: Alan Rickman, Cuba Gooding Jr, David Oyelowo, Lenny Kravitz, Terrence Howard, Alex Pettyfer, Robin Williams, Mariah Carey e Minka Kelly.

Oprah Winfrey discriminata in un negozio in Svizzera
Oprah Winfrey discriminata in un negozio in Svizzera
Il film di Justin Bieber è già flop: solo al 14° posto del box office
Il film di Justin Bieber è già flop: solo al 14° posto del box office
Anche ai Box Office,
Anche ai Box Office, "Wolverine" non è più "immortale"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni