L'emergenza Coronavirus inizia a coinvolgere anche personaggi del mondo del cinema. Dopo il caso clamoroso di Tom Hanks e di sua moglie Rita Wilson, contagiati e bloccati in Australia, a essere risultare positiva è anche l'attrice e modella ucraina naturalizzata francese Olga Kurylenko, nota soprattutto per essere stata Bond Girl in "007 Quantum of Solace". Attualmente è in isolamento a casa sua, alle prese con i sintomi del virus. Lo ha annunciato lei stessa su Instagram.

Sono rinchiusa a casa dopo essere risultata positiva al Coronavirus. In realtà sono malata da quasi una settimana. Febbre e affaticamento sono i miei sintomi principali. Abbiate cura di voi e prendetelo sul serio!

Chi è Olga Kurylenko

Nata a Berdjans'k da padre ucraino e madre russa, Olga Kurylenko si è trasferita a Mosca e ha cominciato la carriera di modella a 15 anni, per poi proseguire due anni dopo in Francia. L'esordio come attrice è del 2001, in un episodio della serie televisiva "Largo Winch". Quattro anni dopo ha debuttato sul grande schermo con il film francese "L'Annulaire". Dopo "Paris, je t'aime" è sbarcata finalmente a Hollywood con "Hitman", ma la grande occasione è arrivata con il ruolo della tostissima Camille Montes nel ventiduesimo film della saga di James Bond "Quantum of Solace" (2008), al fianco di Daniel Craig. È stata poi scelta da Terrence Malick nel 2012 per la parte di Marina in "To the Wonder", mentre l'anno dopo è stata al fianco di Tom Cruise nel film di fantascienza "Oblivion". Tra i suoi titoli, anche "7 psicopatici" e "Johnny English colpisce ancora"; brava a dosare blockbuster e cinema d'autore, ha recitato per il nostro Giuseppe Tornatore in "La corrispondenza" e ha lavorato anche in "Morto Stalin, se ne fa un altro" e "L'uomo che uccise Don Chisciotte" di Terry Gilliam.

Gli effetti del Coronavirus sul cinema

La pandemia globale di Coronavirus sta avendo effetti devastanti sull'economia mondiale, e conseguentemente anche sul mondo del cinema. Le sale sono chiuse in tutta Italia (ma anche a New York e Los Angeles) e tantissime uscite, da "Onward" al nuovo 007 sono stati fatti slittare. Molte anche le produzioni hollywoodiane saltate. Da ogni lato si guardi la situazione, il 2020 sarà un anno nerissimo per il cinema, probabilmente il peggiore di sempre.