18 Dicembre 2014
23:03

Le 10 cose di “Gremlins” che ancora non sapevate

Le mostruose e simatiche creaturine sono nate nel 1984, ma da allora il loro successo è rimasto immutato e il film è trasmesso continuamente, soprattutto durante il periodo natalizio. A 30 anni di distanza dall’uscita nelle sale, però, siamo sicuro che ci sono ancora 10 curiosità che non conoscevate.
A cura di Ciro Brandi

Il 1984 ha visto nascere, cinematograficamente, le creaturine più mostruose e simpatiche di sempre. diretto da Joe Dante, su sceneggiatura di Chris Columbus. Steven Spielberg è il produttore esecutivo. Il film, oltre ad essere stato un grande successo, ha anche ottenuto positivi riscontri da parte della critica, che ha apprezzato sopratttutto il perfetto mix tra horror e comedy. A 30 anni di distanza, però, siamo sicuri che ci sono ancora 10 curiosità a riguardo che non sapevate.

1. Il sequel sfortunato

Nel 1990, Joe Dante girò il sequel “Gremlins 2 – La nuova stirpe”. Nonostante il budget molto ricco – si parla di circa 50 milioni di dollari, la pellicola rimase molto lontana, per ispirazione e per incassi, dalla prima.

2. L’incredibile ed eterno merchandising

Gremlins”, e il suo sequel, sono ancora oggi al centro di una vasta campagna di merchandising. I prodotti attualmente in commercio comprendono vari tipi di peluches, action figure, giochi da tavolo. Diversi video games legati a queste creature sono stati prodotti a partire dal 1985, a partire da “Gremlins – The Adventure”, prodotto dalla Adventure Soft. L’ultimo è uscito nel 2002 l’ultima uscita per Game Boy.

3. La sceneggiatura del 1943

Più di 70 anni fa, esattamente nel 1943, Roald Dahl scrisse un libro per bambini intitolato “Gremlins”. Da ciò ne ricavò una sceneggiatura per un progetto avviato con la Disney che però non vide mai la luce. Chris Columbus ha ammesso di aver tratto l'ispirazione proprio dal soggetto di tale film.

4. I riferimenti ad E.T. – L’extra-terrestre

Ad un certo punto uno dei Gremlins, staccando la linea telefonica di casa, Peltzer dice "telefono… casa!" , chiara citazione di “E.T. – L’extra-terrestre” di Spielberg, amico di Chris Columbus. Anche nella scena dei grandi magazzini vi è una piccola citazione del film: tra i pupazzi in cui si nasconde "Ciuffo Bianco", infatti, c'è proprio E.T.

5. Le citazioni ad altri film cult

Numerose sono le citazioni ad altri film cult. All'inizio del film la madre in cucina guarda alla TV “La vita è meravigliosa”; in camera Billy e Gizmo guardano “L'invasione degli ultracorpi”; quando il padre di Billy telefona dal congresso degli inventori, gli passa vicino Robbie il robot de “Il pianeta proibito”, alle sue spalle c'è la macchina del tempo de “L'uomo che visse nel futuro”.

6. I camei di Spielberg e Jones

Nel film ci sono anche i registi Steven Spielberg e Chuck Jones, in ruoli cameo, ma non ve li sveliamo. Fate molta attenzione quando rivedrete il film.

7. Una sceneggiatura più horror

La sceneggiatura iniziale di Chris Columbus era molto più in chiave horror e prevedeva una scena in cui la madre di Billy veniva uccisa dai gremlins e la sua testa fatta rotolare per le scale; un'altra in cui il cane di famiglia finiva divorato dai mostriciattoli ed una in cui questi assaltavano un McDonald's mangiandone i clienti e rifiutandone gli hamburger.

8. Il set riutilizzato per “Ritorno al futuro”

Il set utilizzato per la cittadina di Kingston Falls verrà riutilizzato l'anno dopo per la strada principale di Hill Valley nel cult “Ritorno al futuro”.

9. Il Furby

Negli anni Novanta fu messo in commercio un giocattolo, il Furby, che era un pupazzo elettronico di plastica e peluche da accudire ed educare. Le sembianze del Furby era del tutto somiglianti a quelle di un mogwai. Tuttora è possibile trovarlo nei negozi di giocattoli.

10. Un successo colossale totalmente inaspettato

“Gremlins” è stato un inaspettato successo al box office mondiale. Costato “solo” 11 milioni di dollari, il film incassò, nell'anno della sua uscita, nei soli Stati Uniti 148 milioni, diventando il quarto incasso del 1984 dopo blockbuster quali “Beverly Hills Cop”, “Ghostbusters” e “Indiana Jones e il tempio maledetto”. Nel 1985, un nuovo passaggio nei cinema assestò l’incasso sui 153 milioni di dollari che è a ad oggi il secondo incasso assoluto del genere commedia horror dopo “Scary Movie”. Il circuito home video portò ulteriori 80 milioni di dollari. In Italia il film è uscito in DVD nel 2000.

Le 10 cose de “Il principe abusivo” che ancora non sapevate
Le 10 cose de “Il principe abusivo” che ancora non sapevate
Le 10 cose di “Io Sono Leggenda” che ancora non sapevate
Le 10 cose di “Io Sono Leggenda” che ancora non sapevate
Le 10 cose di “Twilight” che ancora non sapevate
Le 10 cose di “Twilight” che ancora non sapevate
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni