131 CONDIVISIONI
28 Novembre 2015
11:55

Le 10 cose di “Mamma, ho preso il morbillo” che ancora non sapevate

Raja Gosnell firma questo terzo capitolo dell’amato franchise, uscito nel 1997 in USA e nel 1998 in Italia. Il protagonista, stavolta, è il piccolo Alex che si ritroverà a letto con il morbillo e ricercato da una banda supertecnologica che vuole impossessarsi di un prezioso chip, finito per sbaglio in un suo giocattolo. Rimasto solo in casa, il bimbo trasformerà la sua abitazione in una terribile trappola, proprio come avveniva nei primi due film. Su quest’ultimo si sa davvero poco, quindi, ecco 10 curiosità in merito che, sicuramente, non conoscevate.
A cura di Ciro Brandi
131 CONDIVISIONI

A distanza di cinque anni da “Mamma, ho riperso l’aereo, mi sono smarrito a New York”, il regista Raja Gosnell portava nelle sale il terzo film del franchise – “Mamma, ho preso il morbillo”(“Home Alone 3”) – che ha come protagonista il piccolo Alex (Alex D. Linz) che si ritrova a letto con il morbillo, e ricercato da una banda supertecnologica che vuole impossessarsi di un prezioso chip, finito per sbaglio in un suo giocattolo. Rimasto solo in casa, il bimbo trasformerà la sua abitazione in una terribile trappola, proprio come avveniva nei primi due film. La saga ha milioni di estimatori in tutto il mondo, ma sul terzo film si sa davvero poco. Ecco, quindi, 10 curiosità in merito che non conoscevate.

1. Il rifiuto di Macaulay Culkin

Macaulay Culkin ha rifiutato di prendere parte a questo terzo film semplicemente perché si sentiva troppo “cresciuto” ed era stanco del ruolo.

2. Niente Natale

“Mamma ho preso il morbillo” è l’unico capitolo della trilogia cinematografica a svolgersi dopo il Natale.

3. L’ambito ruolo del protagonista

Il ruolo del piccolo protagonista Alex era molto ambito. La produzione e il regista hanno visto più di 100 bambini, ma alla fine la parte è andata ad Alex D. Linz, che ha battutto in volata Philip Petrie.

4. Cambio della guardia in regia e alle musiche

Si tratta del primo film non diretto dal regista Chris Columbus e senza le musiche del grandissimo John Williams.

5. La casa esiste realmente

La bellissima casa dei Pruitt esiste realmente e si trova al 3026 Normandy Pl. Evanston in Illinois.

6. Un film a parte

La pellicola è completamente “indipendente” dalle due precedenti. Non vengono mai menzionati i McCallisters, e nemmeno i ladri Marv e Harry. L’unico legame tra i tre film è l’ambientazione nella periferie di Chicago

7. I capelli rossi

Haviland Morris, che nel film interpreta il ruolo della madre di Alex e ha i capelli di colore rosso naturali. Il regista ha voluto rendere, così, omaggio a Catherine O’Hara, l’attrice che ha ricoperto il ruolo della mamma di Kevin nei primi due film.

8. Il debutto di Raja Gosnell

Il film segna il debutto del regista Raja Gosnell che, successivamente, firmerà altri franchise di successo come quello di “Scooby-Doo”(2002) e “Scooby-Doo 2: Mostri scatenati”(2004) e i blockbuster “I Puffi”(2011) e “I Puffi 2”(2013).

9. Una giovanissima Scarlett Johansson

Nel film c’è anche una giovanissima Scarlett Johansson, nel ruolo di Molly Pruitt, sorella dello scaltro Alex.

10. Altri due film per la tv

In realtà, esistono altri due film del franchise, ma girati per la televisione: i titoli sono: “Mamma ho allagato la casa” (2002) e “Home Alone: The Holiday Heist” (2012).

131 CONDIVISIONI
Le 10 cose di “Sole a catinelle” che ancora non sapevate
Le 10 cose di “Sole a catinelle” che ancora non sapevate
Le 10 cose di “Rush” che ancora non sapevate
Le 10 cose di “Rush” che ancora non sapevate
Le 10 cose di “The Untouchables – Gli Intoccabili” che ancora non sapevate
Le 10 cose di “The Untouchables – Gli Intoccabili” che ancora non sapevate
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni