4 Febbraio 2015
20:10

Le 10 cose di “Sherlock Holmes – Gioco di ombre” che ancora non sapevate

Dopo il grandissimo successo del 2009, Guy Ritchie tornò in cabina di regia per dirigere il sequel sulle avventure di Sherlock Holmes e Watson, interpretati sempre da Robert Downey Jr e Jude Law. Stavolta, però, la posta in gioco è altissima e a dargli filo da torcere ci sarà il mitico Professor Moriarty. Molti di voi l’avranno già visto e amato, ma siamo sicuri che ci sono ancora 10 curiosità che non conoscevate.
A cura di Ciro Brandi

Guy Ritchie, dopo il grandissimo successo di “Sherlock Holmes”, del 2009, torna in cabina di regia per l’atteso sequel “Sherlock Holmes – Gioco di ombre”,  interpretato sempre da Robert Downey Jr. nel ruolo del famoso investigatore Sherlock Holmes, Jude Law nella parte del dottor Watson con l’aggiunta della bella Noomi Rapace nel ruolo di Sim e di Jared Harris in quello del professor James Moriarty. La pellicola conquistò il botteghino mondiale e si piazzò al primo posto nelle classifiche dei film più visti per moltissimo tempo. Scopriamo, però, 10 cose che probabilmente ancora non sapevate.

1. L’introduzione del Professor Moriarty

La trama del film ha molti riferimenti al racconto “L'ultima avventura” (“The Final Problem”) di Sherlock Holmes, pubblicato nel 1893 nello Strand Magazine e incluso nella raccolta “Le memorie di Sherlock Holmes”. Il racconto, in breve, introduce il Professor Moriarty, il cui successo come antagonista del detective andrà oltre quanto scritto da Arthur Conan Doyle. Moriarty viene descritto come nemico formidabile, che dietro la facciata di filantropo gestisce, in realtà, una vasta organizzazione criminale, contro la quale Holmes ha raccolto abbastanza prove da causarne la fine. Per concludere il ciclo dedicato a Holmes, Doyle fa affrontare Holmes e Moriarty a viso aperto in Svizzera. Durante la lotta i due cadono nelle cascate di Reichenbach nelle Alpi svizzere.

2. I riferimenti agli altri racconti

Rispetto al primo capitolo, in generale, in questo film compare un maggior numero di riferimenti e allusioni esplicite ai racconti di Arthur Conan Doyle. Quando il dottor Watson fa visita al vecchio amico, si intravede, vicino ad una finestra, una scultura che riproduce, con grande verosimiglianza, le fattezze di Sherlock Holmes. Di un oggetto del genere Conan Doyle parla in due racconti: “L'avventura della casa vuota”, del 1905 e “L’avventura della pietra di Mazarino”, noto anche come “L'avventura del diamante giallo”, del 1927. Appare anche il colonnello Sebastian Moran, fedelissimo e spietato braccio destro di Moriarty, nonché provetto tiratore scelto con la sua micidiale carabina ad aria compressa. Conan Doyle descrive ampiamente sia Moran che la sua insolita quanto letale arma sempre nel racconto “L'avventura della casa vuota”.

3. La scena del ballo

La scena di ballo tra Jude Law e Noomi Rapace, che nel film dura solo 15 secondi, in realtà ha causato non pochi problem e ci sono volute addirittura tre giorni per girarla.

4. La mappa dell’Europa piena d’incongruenza

In una scena del film è mostrata una mappa dell'Europa piena d’incongruenze. Appaiono infatti la Norvegia e la Polonia, all'epoca parti, rispettivamente, di Svezia e Impero russo. Inoltre, la Germania viene mostrata coi confini attuali, sulla Linea Oder-Neisse. In un'altra scena del film compare una mappa dell'Europa coi confini del 1815.

5. Gli impegni disdetti da Ritchie e Downey Jr.

Il regista Guy Ritchie fu obbligato dalla Warner Bros. a girare il film in pochissimo tempo, per cavalcare l’onda del successo del primo captiolo. Per farlo, però, Ritchie ha rinunciato alle riprese del film “Lobo”, l’anti-eroe più bastardo e scorretto dell’intero cosmo DC Comics mentre Robert Downey Jr. lasciò “Cowboys & Aliens” , che fu girato da Daniel Craig e Harrison Ford.

6. I pretendenti al ruolo di Moriarty

Brad Pitt, Gary Oldman, Daniel Day-Lewis, Sean Penn and Javier Bardem furono considerati, inizialmente, per il ruolo di Moriarty.

7. Le bandiere sbagliate

Nella fabbrica del professor Moriarty, Holmes scopre i piani dell'avversario, sotto forma di mappa. Dato che il film è ambientato nel 1891, la bandiera tedesca è errata poiché fino al 1918 l'Impero tedesco manterrà la bandiera nera, bianca e rossa. Quella italiana è erroneamente rappresentata senza stemma sabaudo al centro.

8.  Le attrici provinate per il ruolo di Sim

Prima ri scegliere Noomi Rapace per il ruolo di Sim, la produzione e il regista presero in considerazione anche Sophie Marceau, Audrey Tautou, Penélope Cruz, Juliette Binoche, Virginie Ledoyen, Eva Green, e Marion Cotillard.

9. Downey Jr. e Jared Harris, assassin nati!

Robert Downey Jr. (Holmes) e Jared Harris (Moriarty) hanno già recitato insieme nel film “Assassini nati – Natural Born Killers”, diretto da Oliver Stone, nel 1994. Il primo era Wayne Gale e il secondo era il ragazzo londinese.

10. Un terzo film?

La Warner Bros. ha annunciato che ci sarà un terzo film su Sherlock Holmes. La bozza per la trama del terzo film della serie è in corso di realizzazione. Lo sceneggiatore principale "incaricato" è Drew Pearce, ma non si hanno ancora notizie certe su regista e cast.

Le 10 cose di “Sherlock Holmes” che ancora non sapevate
Le 10 cose di “Sherlock Holmes” che ancora non sapevate
Le 10 cose de “Il principe abusivo” che ancora non sapevate
Le 10 cose de “Il principe abusivo” che ancora non sapevate
Le 10 cose de “Il grande Gatsby” che ancora non sapevate
Le 10 cose de “Il grande Gatsby” che ancora non sapevate
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni