185 CONDIVISIONI
9 Settembre 2014
23:25

Le 10 cose di “The Avengers” che ancora non sapevate

Il successo dei Vendicatori di casa Marvel non conosce sosta, ma siete sicuri di sapere proprio tutto sulla pellicola diretta da Joss Whedon? In attesa del nuovo capitolo, che uscirà il 1° maggio 2015, vi sveliamo 10 curiosità su Iron Man & Co.
A cura di Ciro Brandi
185 CONDIVISIONI

 

In attesa di vedere sui nostri schermi “Avengers: Age of Ultron”, che uscirà il 1° maggio 2015, continua incessantemente il successo di “The Avengers”, primo capitolo del 2012, prodotto dai Marvel Studios e distribuito dalla Walt Disney Pictures, basato sul gruppo dei Vendicatori più famosi dei fumetti. Il film è sceneggiato e diretto da Joss Whedon e si compone di un cast straordinario che include Robert Downey Jr., Chris Evans, Mark Ruffalo, Chris Hemsworth, Jeremy Renner, Tom Hiddleston, Scarlett Johansson e Samuel L. Jackson. Il merchandising va a ruba, così come i dvd, e ogni volta che è trasmesso in tv, i fan sono puntualmente lì ad assistere alle avventure dei loro eroi. Qui di seguito, però, troverete 10 curiosità che andranno a completare la vostra conoscenza della pellicola, arricchendola di dettagli che vi faranno appassionare ancora di più alla saga.

10 curiosità che dovete sapere

1. Il film è stato sceneggiato e diretto da Joss Whedon nel 2012, ma i Marvel Studios avevano la pellicola in cantiere già dal 2005, ben sette anni prima. La spinta propulsiva alla casa di produzione la dette il successo colossale riscosso da “Iron Man”, del 2008, con Robert Downey Jr. L’uscita, inizialmente, era prevista per il luglio 2011, ma successivamente fu spostata al 2012

2. Il primo attore ad essere ingaggiato dalla produzione, sin dall’inizio, fu proprio Robert Downey Jr., per il ruolo di Iron Man. L’attore, però, all’inizio propose al regista di fare di Iron Man il centro di tutto il progetto, ma dopo una lunga discussione, arrivano alla conclusione ciò non poteva funzionare, che era necessaria una dimensione più collettiva e collaborativa. Nessuna reticenza da parte di Downey Jr, il progetto e il plot sviluppati da Whedon erano troppo allettanti per non farne parte.

3. Una piccola diatriba riguarda anche l’attore scelto per il ruolo di Hulk. Nel 2009, Edward Norton, già protagonista de “L’Incredibile Hulk”, nel 2008, dichiarò di essere interessato a partecipare al film di Whedon. Tuttavia, la Marvel decise di non richiamarlo, dichiarando, in un comunicato ufficiale, che la decisione non era di natura economica, ma per loro era necessario avere un attore che incarnasse lo spirito creativo e collaborativo degli altri membri del cast, alimentando ancora di più il mistero e la polemica. Alla fine la scelta cadde su Mark Ruffalo, cresciuto – a suo dire – a pane e Hulk, quindi fan della serie tv e del personaggio nella sua totalità.

4. Il possente Chris Hemsworth non poteva non incarnare Thor, il principe ereditario di Asgard. Tuttavia, per mantenere il fisico costruito durante ore e ore di palestra, l’attore sul set consumava una quantità spropositata di petto di pollo, pesce, bistecche e uova, suscitando l’ilarità dei suo colleghi che, ovviamente, consumavano pasti decisamente più regolari.

5. Jeremy Renner, che nel film interpreta il coraggioso e temerario Occhio di Falco, sul set non ha voluto controfigure per le scene con l’arco. Per entrare alla perfezione nel ruolo, si è fatto addestrare da arcieri olimpionici, imparando così le basi del tiro, le posizioni proprie e a tendere l’arco, impresa piuttosto difficile per un dilettante, ma che l’attore ha portato a termine brillantemente.

6. Per girare le sequenze di lotta, di cui il film è pieno, tutti gli attori del cast si sono sottoposti ad un durissimo allenamento coordinato dal famoso coreografo Jonathan Eusebio. Il coach ha insegnato alle star diversi stili, comprese alcune tecniche medievali, ma anche il Wushu, il Kung Fu e il Kali.

7. Ovviamente, il cameo di Stan Lee nel film non poteva mancare. Il mitico Lee interpreta un signore intervistato che esprime il suo parere sul fatto che non possano esistere supereroi. Occhio a non perderlo!

8. Una delle curiosità più forti legate al film, riguarda una location in particolare. Per girare una delle scene più colossali della pellicola, la produzione dovette richiedere la chiusura per tre settimane della Nona Strada Est del centro di Cleveland. In città se ne parlò per mesi perché gli edifici vuoti furono trasformati in una strada di New York, con tanto di fermate della metro e insegne di noti negozi, mentre la piazza pubblica fu trasformata in una zona di Stoccarda, stupenda città tedesca. I cittadini di Cleveland pensavano che tutto facesse parte di un nuovo piano di urbanizzazione della città ed erano contentissimi dei cambiamenti apportati. Purtroppo, tutto è tornato come prima appena le riprese furono concluse.

9. Le battute più taglienti ed esilaranti del film sono affidate al filantropo Tony Stark/Iron Man. E’ lui, infatti che sfotte Occhio di Falco chiamandolo col nome Legolas, riferendosi all’arciere della saga de “Il Signore degli Anelli”, e cita anche William Shakespeare. Sull’Elivelivolo dello S.H.I.E.L.D. sfotte anche Thor, chiamandolo “Point Break”, perché il costume del principe di Asgard lascia scoperte le braccia, proprio come quelle dei surfisti del celebre film di Kathryn Bigelow, del 1991, con Patrick Swayze e Keanu Reeves.

10. Il budget iniziale del film è stato di 220 milioni di dollari, ma la pellicola ha battuto vari record, diventando il terzo maggior incasso della storia del cinema, con 1.518.549.910 dollari, dietro solo a “Titanic” e “Avatar”, di James Cameron.

185 CONDIVISIONI
Le 10 cose di “Troy” che non sapevate
Le 10 cose di “Troy” che non sapevate
Le 10 cose di “Twilight” che ancora non sapevate
Le 10 cose di “Twilight” che ancora non sapevate
Le 10 cose di “The Twilight Saga: New Moon” che ancora non sapevate
Le 10 cose di “The Twilight Saga: New Moon” che ancora non sapevate
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni