È la donna che non ci tradirà mai, che sarà sempre al nostro fianco in qualsiasi momento e il cinema le ha dedicato migliaia di film. Gli esempi si sprecano: si va dalla forza e dal coraggio Julia Roberts in “Erin Brockovich”, al fascino sinistro di Anjelica Houston in “La Famiglia Addams”, fino alla straziante doppia vita di Anna Magnani in “Mamma Roma”. Anche i film d’animazione sono pieni di figure di mamme che darebbero la vita per i propri pargoli, delle vere e proprie supereroine che lottano tutti i giorni per vedere un semplice sorriso stampato sul volto dei figli, come la simpaticissima Elastigirl de “Gli Incredibili”. Di seguito, trovate 10 mamme che hanno lasciato un segno indelebile nel cinema mondiale, ma, come al solito, sbizzarritevi con i suggerimenti.

1 – Julia Roberts/Erin Brockovich in “Erin Brockovich – Forte come la verità

Nel  pluripremiato film del 2000, firmato da Steven Soderbergh, Julia Roberts è una giovane segretaria precaria di uno studio legale , madre di tre figli, nubile dopo ben due divorzi che si mette ad indagare sulla Pacific Gas and Electric Company, società che ha contaminato le falde acquifere provocando gravi malattie alle persone residenti di una cittadina californiana. Se non l’avete ancora visto, non vogliamo svelarvi il finale, ma la performance della mamma coraggio della Roberts fu premiata con l’Oscar e con un posto indelebile tra i ruoli più belli per una donna nella storia del cinema mondiale.

2 – Meryl Streep/Donna Sheridan in “Mamma Mia!”

Nella trasposizione cinematografica del 2008 dell’omonimo musical, basato sulle musiche del gruppo svedese ABBA e diretto da Phyllida Lloyd, la regina Meryl Streep interpreta il ruolo di Donna Sheridan, mamma di Sophie (Amanda Seyfried) e gestore dell’hotel che porta il suo nome, Villa Donna, sull’isola di Kalokari, in Grecia. Donna dal passato turbolento, ricco di passione e amori, questa mamma è l’emblema della gioia di vivere, della spensieratezza e testimone del fatto che le mamme, prima di essere tali, sono donne, amiche e amanti.

3 – Anna Magnani/Roma Garofalo in “Mamma Roma

La Magnani è considerata un po’ la mamma per eccellenza, in ambito cinematografico, per i suoi ruoli da chioccia (vedi  anche“Roma città aperta”). Insuperabile e indimenticabile è la parte di Roma Garofalo in “Mamma Roma”, capolavoro del 1962 del maestro Pier Paolo Pasolini. Detta “Mamma Roma”, la donna è una prostituta romana decisa a cambiare vita per il figlio Ettore, ignaro del suo mestiere. Roma decide di allestire un carretto di frutta e verdura, ma il suo protettore si rifà vivo, e per lei inizia una doppia vita, di giorno al mercato e la notte sulla strada. Un ruolo emozionante che dimostra appieno il bene incondizionato delle madri verso i proprio figli, disposte veramente  tutto per vederli sorridere.

4 – Angelina Jolie/Christine Collins in “Changeling

Un ruolo insolito per Angelina Jolie è stato quello di Christine Collins nel film del 2008 “Changeling”, diretto dal grande Clint Eastwood. La pellicola si basa su eventi realmente accaduti a Los Angeles, nel 1928, quando una donna perse il suo bimbo e la polizia gliene portò un altro. Ogni successiva dichiarazione della donna venne data come falsa e fu addirittura definita insana di mente. Straziante, commovente con una Jolie davvero da brividi che farà di tutto per farsi credere e continuerà a cercare il figlio David per il resto della sua vita.

5 – Elastigirl nel film d’animazione “Gli Incredibili

Nella vita di tutti i giorni è mamma dei due bimbi Violetta e Flash, ma quando il crimine serpeggia, allora diventa Elastigirl, supereroina del film d’animazione del 2004, diretto da Brad Bird, prodotta dalla Disney Pixar. Successo commerciale clamoroso, i personaggi del film sono diventati delle vere e proprie icone dei film d’animazione, e questa super-mamma è il simbolo più appopriato  e simpatico per definire al meglio i “superpoteri” delle mamme moderne, divise tra lavoro, figli e mille impegni.

6 – Anjelica Houston/Morticia Addams in “La Famiglia Addams

Affascinante, misteriosa, seducente, sinistra, moglie di Gomez e mamma di Mercoledì e Pugsley. Il ruolo di Anjelica Houston nel film di Barry Sonnenfeld, del 1991, è passato letteralmente alla storia perché semplicemente azzeccatissimo e di una simpatia irraggiungibile. L’aspetto da vamp, il trucco pesante su pelle bianchissima, gli atteggiamenti lascivi e una flemma invidiabile ce l’hanno fatta amare sin da subito, proprio come quando si lascia sfuggire qualche parola in francese, mandando in estasi il marito. Straordinaria.

7 – Anne Ramsey/Mamma Fratelli ne “I Goonies

Beh, che dire di Anne Ramsey nel ruolo della Mamma Fratelli nel film cult “I Goonies”. Inquietante, mascolina, violenta ma amatissima dai suoi figli Jake (Robert Davi) e Francis (Joe Pantoliano). Un po’ meno dal mostro “buono” Sloth (John Matuszak) che, infatti, si unirà ai Goonies, mettendosi contro la sua stessa famiglia e facendogliene passare di tutti i colori. Anne Ramsey, deceduta nel 1988, dichiarò che all’epoca quel ruolo le regalò un enorme successo, ma la etichettò per un bel po’. Oggi, noi, possiamo definirla una performance storica.

8 – Uma Thurman/Beatrix Kiddo in “Kill Bill

L’eroina della saga di Quentin Tarantino userà qualsiasi tipo di arma, ricorrerà alle più mirabolanti arti marziali, pur di vednicarsi e trovare la figlia perduta, creduta morta, ma poi ritrovata nella casa del suo ex Bill (David Carradine). Una madre che lotta senza esclusione di colpi e che va rivista un milione di volte perché semplicemente unica.

9 – Holly Hunter/Ada McGrath in “Lezioni di piano

Nel 1993, una straordinaria Holly Hunter portò a casa l’Oscar per il ruolo di Ada McGrath in “Lezioni di piano”, diretto da Jane Campion. Ada vive in Nuova Zelanda, nella seconda metà dell’Ottocento. È una donna scozzese, muta da quando aveva sei anni. Da sempre Ada comunica col mondo attraverso la figlia Flora e la musica del pianoforte. La sua storia d’amore clandestina col rozzo George Baines (Harvey Keitel), le sue lezioni di piano e la tragedia che incombe suo destino, ne hanno fatto uno dei personaggi (e dei film) più belli e profondi in assoluto.

10 – Julianne Moore/Margaret White in “Lo sguardo di Satana – Carrie

Nel 1976, il ruolo di Margaret White fu assegnato a Piper Laurie da Brian De Palma, ma, lo scorso gennaio, in Italia abbiamo potuto assistere alla fenomenale performance di Julianne Moore, nel remake del film culto girato da Kimberly Peirce. La Moore è impeccabile nella parte di questa madre, fanatica religiosa, che a causa del suo bigottismo  e amore esagerato e malato, ha trasformato la figlia in un essere odiato e bersagliato da tutti i suoi compagni di scuola. Il suo senso folle di protezione le si ritorcerà diabolicamente contro.