Il pugliese Roberto D’Antona, apprezzato e pluripremiato regista di cortometraggi e attore di serie tv, porta nelle sale l’horror psicologico “The Wicked Gift”, di cui è anche sceneggiatore (con Annamaria Lorusso) e protagonista. D’Antona, infatti, è Ethan D’Amico, un designer ossessionato da incubi che rendono le sue notti insonni. L’uomo ricorre ad un terapista, ma ad aiutarlo ci penseranno il suo migliore amico e una  medium, che scopriranno che la causa del suo malessere ha una radice ben più oscura. Nato come lungometraggio indipendente e come prodotto italiano ma con un’impronta estremamente internazionale, il film si presenta molto interessante, e oltremodo angosciante, già dalle prime immagini del trailer. D’Antona non ha lasciato nulla al caso, curando ogni minimo dettaglio, e ha voluto nel cast anche Alice Viganò, David White, Mirko D'Antona, Andrea Milan, e Michael Segal e “The Wicked Gift” sarà nelle nostre sale a partire dal prossimo 6 dicembre.

La trama.

Ethan è un giovane designer, timido e piuttosto riservato che da anni è afflitto da insonnia a causa di terribili incubi. Decide di andare in terapia per risolvere il suo problema pensando di avere disturbi della personalità, ma sarà grazie all'aiuto del suo migliore amico e di una Medium che affronterà il lungo viaggio che lo condurrà alla consapevolezza che i suoi incubi nascondono qualcosa di molto più oscuro di quanto potesse immaginare.

Il cast.

Il cast completo è composto da: Roberto D’Antona (Ethan D’Amico), Annamaria Lorusso (Ada Boise), Francesco Emulo (Andrea Conte), Kateryna Korchynska (Alice Ferri), Andrea Milan (Eric), Alice Viganò (Udagar/Laura Riva), David White (Robert), Mirko D’Antona (Max), Michael Segal (Dottor Gionata Balestrieri) e Alessandro Carnevale Pellino (professor Alessandro Russo).

Le curiosità sul film che dovete sapere.

1. Il regista ha dichiarato che per dare il meglio nel suo film è passato da grandi classici come "La casa" e "Dracula di Bram Stoker" a grandi titoli più recenti come "The Conjuring – L'evocazione", "Insidious" e "The Witch" per poi metterci del suo per renderlo un lungometraggio personale e mostrare al pubblico le sue più grandi paure e fobie.

2. Alla domanda: quali sono le cose che ti spaventano di più? D’Antona ha sempre risposto gli  incubi e i fantasmi e il primo horror che ha visto è stata la miniserie “It”.

3. Per quanto riguarda il cast, D’Antona ha deciso di selezionare grandi talenti – senza un grande curriculum o una dizione perfetta – che sapessero trasmettere con disinvoltura il senso di paura, di amicizia, di consapevolezza e che fossero soprattutto in grado di dare sensazione di conforto al protagonista e al pubblico.