1 Maggio 2021
13:42

Torna l’obbligo dei film in sala prima dello streaming, Franceschini firma il decreto finestre

Dal Ministero della Cultura arriva il nuovo decreto finestre firmato da Dario Franceschini, che reintroduce l’obbligo di uscita in sala per i film che ricevono contributi dallo Stato, con una finestra di 30 giorni prima dello sbarco in streaming: “Fondamentale sostenere le sale cinematografiche e il cinema italiano”.
A cura di Valeria Morini

Con la riapertura delle sale cinematografiche, il ministro della Cultura Dario Franceschini ha firmato il nuovo ‘decreto finestre‘, che ripristina ufficialmente l'obbligo di uscita in sala per i film che ricevono contributi dallo Stato. Viene così ribadita la tutela per gli esercenti, particolarmente colpiti nell'ultimo anno a causa delle chiusure che hanno imposto un durissimo colpo al settore. Secondo le nuove disposizioni, come riporta la nota del Ministero della cultura, "i film potranno approdare sulle piattaforme streaming e in televisione dopo trenta giorni dalla prima proiezione al cinema". Queste le parole di Franceschini:

In questa fase di ripartenza delle attività è fondamentale sostenere le sale cinematografiche e allo stesso tempo riequilibrare le regole per evitare che il cinema italiano sia penalizzato rispetto a quello internazionale.

Cosa dice il ‘decreto finestre'

Entrando maggiormente nello specifico, secondo il decreto, sino al 31 dicembre 2021 i film potranno essere distribuiti in piattaforma dopo 30 giorni dall'uscita in sala (ovviamente salvo nuove eventuali chiusure che richiederebbero un ripensamento delle regole). La norma mantiene al tempo stesso gli accordi che gli operatori hanno siglato con le piattaforme prima del 2 maggio 2021 ossia nel periodo la chiusura delle sale ha sospeso temporaneamente l'obbligo di uscita in sala come precondizione per la distribuzione in piattaforma.

Nomadland
Nomadland

Sale riaperte, le prime uscite

La riapertura delle sale dal 26 aprile sta portando una lunga lista di titoli che nei mesi sono rimasti bloccati, anche se al momento alcuni film restano sia su piattaforma che al cinema (prendiamo il caso di Bad Luck Banging or Loony Porn, il film vincitore dell'Orso d'oro a Berlino che è in sala e su MioCinema, o di Nomadland, sia in sala che su Disney+). Mancano ancora i grandi blockbuster, ma l'offerta è a dir poco imperdibile. Tra i titoli assolutamente da non lasciarsi sfuggire, vi consigliamo almeno il già citato vincitore dell'Oscar Nomadland, il candidato Minari (premio alla miglior non protagonista Yuh Jung Youn) e il capolavoro di Wong Kar-Wai In the Mood for Love, restaurato in 4k. Ma non mancano i titoli italiani: sono in circolazione I predatori di Pietro Castellitto e l'intenso Lei mi parla ancora di Pupi Avati, con uno straordinario Renato Pozzetto.

In the Mood for Love
In the Mood for Love
Luca solo in streaming: data d'uscita su Disney+ (gratis) del film Pixar ambientato in Italia
Luca solo in streaming: data d'uscita su Disney+ (gratis) del film Pixar ambientato in Italia
Abolita la censura cinematografica, cosa cambia per i film che escono in Italia
Abolita la censura cinematografica, cosa cambia per i film che escono in Italia
Godzilla vs Kong arriva in streaming: niente sala per il film, ecco quando e dove vederlo
Godzilla vs Kong arriva in streaming: niente sala per il film, ecco quando e dove vederlo
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni