233 CONDIVISIONI
3 Dicembre 2013
22:54

Tyrese Gibson piange l’amico Paul Walker sul luogo dell’incidente (VIDEO)

L’attore si è recato sul luogo dove il 30 novembre il suo amico e collega Paul Walker ha perso la vita. Gibson non è riuscito a trattenere le lacrime e, dopo aver lasciato un fiore, è sparito tra la folla di curiosi e fan.
A cura di Ciro Brandi
233 CONDIVISIONI

La tragica morte dell’attore Paul Walker ha sconvolto tutto il mondo del cinema. Dopo i vari messaggi di cordoglio su Twitter e gli altri social, sul luogo dell’incidente è arrivato anche il suo collega e amico Tyrese Gibson. L’attore e cantante, star di film come “Four Brothers”, “Fast & Furious” “Transfomers”, “Legion” e che vedremo presto in “Transformers: Age of Extinction”, era sul set di “Fast & Furious 7” e doveva girare alcune scene proprio con Paul Walker, ma purtroppo il destino ha voluto che le cose andassero diversamente, e dopo la morte dell’attore, le riprese sono state fermate e la data d’uscita rimandata.

Gibson ha deciso, così, di recarsi sul luogo della morte del suo amico e salutarlo per l’ultima volta. Purtroppo, una volta lì, non è riuscito a trattenersi ed è scoppiato in un pianto disperato, tenendo tra le mani un fiore giallo, mentre intorno una folla di curiosi e fan di Walker lo riprendevano con cellulari e tablet. Incurante di tutto e tutti, l’attore ha contemplato quel triste luogo e ha lasciato il suo omaggio che si è andato a confondere con tutti gli altri che i fan hanno lasciato in segno di affetto e in memoria di un bellissimo e talentuoso attore strappato troppo presto alla vita.

233 CONDIVISIONI
Paul Walker spegne le sue 40 candeline, il video della festa
Paul Walker spegne le sue 40 candeline, il video della festa
Paul Walker festeggia i 40 anni con il cast di Fast and Furious
Paul Walker festeggia i 40 anni con il cast di Fast and Furious
40.102 di antofox
Paul Walker è morto: l'attore deceduto in un incidente d'auto
Paul Walker è morto: l'attore deceduto in un incidente d'auto
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni